Torraccia del Piantavigna | Barlàn

La storia di Torraccia del Piantavigna risale ai primi anni Cinquanta, quando Pierino Piantavigna mise a dimora un piccolo vigneto sulle colline di Ghemme, nei pressi del seicentesco Castello di Cavenago, nella zona dell’Alto Piemonte ai piedi del Monte Rosa. Una superficie di 38 ettari coltivata a vitigni autoctoni di grande tradizione come il Nebbiolo, la Vespolina e l’Erbaluce, l’azienda vinifica, affina e imbottiglia, direttamente nelle sue cantine. Il nome dell’azienda, coniato molti anni dopo, deriva dall’appellativo “Torraccia” per via di una vecchia torre abbandonata situata una collina a nord del castello particolarmente cara al fondatore. L’azienda come oggi la conosciamo è stata fondata nel 1997 da Alessandro Francoli, presidente delle omonime Distillerie e nipote di Pierino.

Nel bicchiere

Nebbiolo in purezza, il colore è rosa antico con riflessi ramati. Al naso regala un profumo fragrante, con note sia fruttate sia floreali e in bocca sprigiona un sapore fresco, equilibrato e sapido. Elegante e morbido nonostante la giovinezza.

Food pairngs

Piatti a base di pesce

Temperatura di servizio

11-12 °C.

Il bicchiere giusto

Calice da Riesling

Tag:, , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: