Taste e Fuori di Taste 2019

Dal 9 all’ 11 marzo, alla Stazione Leopolda di Firenze, nuova edizione del salone di Pitti Immagine dedicato al gusto: protagoniste quasi 400 aziende tra le migliori della penisola, e un focus speciale sul Pianeta Pane, un trend che parla di tradizione e condivisione, geografia e riscoperte, usi e riusi.

Taste è al tempo stesso una piattaforma di business e un contenitore di tendenze e idee sulla scena culinaria contemporanea, diventato di edizione in edizione l’evento imperdibile per il pubblico di operatori del settore e per i food lovers più appassionati. Questa quattordicesima edizione presenta le novità di quasi 400 aziende – una selezione delle più qualificate realtà italiane dell’enogastronomia contemporanea, accanto ad oggetti di food & kitchen design, capi e attrezzature tecniche per la cucina. Alla Stazione Leopolda, un menu sempre più creativo, sorprendente e gustoso, reso unico dal fitto calendario di presentazioni, eventi e talk che fanno il punto sui trend più attuali della tavola e del gusto. In un percorso di allestimento coinvolgente e d’atmosfera curato da Alessandro Moradei.

“Atterraggio lunare o déjeuner sur l’herbe? L’immagine simbolo di Taste 2019 mette insieme il fascino di pianeti lontani con la scoperta di nuovi scenari gourmet – dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine. L’invito è proprio quello a varcare i confini conosciuti, seguendo l’impulso a esplorare le nuove dimensioni del gusto offerte dai produttori al salone. Al suo quattordicesimo appuntamento Taste mantiene i suoi numeri di riferimento, pur presentando nuovi prodotti, nuove curiosità, nuove storie al suo pubblico di buyer internazionali e di appassionati. Un’evoluzione che continua a puntare sugli ingredienti della qualità e della selezione, e che ogni volta accende i riflettori sui temi caldi della cultura food contemporanea: con i Ring curati da Davide Paolini e con il focus tematico”.

“A marzo la nostra destinazione sarà il “Pianeta Pane” – aggiunge Poletto – seguendo il suo profumo inconfondibile, arriveremo nei laboratori dei maestri panificatori, sulle tavole di chef stellati, nelle bakery di tendenza. Ci saranno fornai all’opera, con laboratori e pane fresco sfornato più volte durante i giorni di Taste; e ancora presentazioni e conversazioni con gli abitanti del pianeta pane. Perché il pane è nutrimento e tradizione, puro piacere e innovazione, esercizio di stile e rivendicazione democratica. Un alimento che incarna un po’ tutte le caratteristiche di Taste!”.

PIANETA PANE: il tema di questa edizione

Specificità regionali e tradizioni di famiglia, e al tempo stesso importanti riscoperte e nuove tendenze ruotano attorno all’alimento principe del menu: il pane. Con PIANETA PANE, tema di questa edizione, Pitti Taste celebra un cibo antico e sempre nuovo, con il suo valore sociale, di condivisione e aggregazione. Fornai all’opera e on stage, con laboratori e pane fresco da degustare. Ecco alcuni dei progetti speciali legati al tema di questa edizione:

FORNO TASTE e PANE TASTE

Per i tre giorni di Taste, nel piazzale antistante il Teatro dell’Opera, Nicola Giuntini, panificatore storico di Quarrata (PT), animerà uno speciale laboratorio con forno,

lavorando il pane in diretta. Il pubblico sarà invitato ad assistere a tutte le fasi della lavorazione, a prendervi parte e a condividere tutte le fasi di produzione del pane.

E in occasione di Taste sarà presentato anche il Pane di Taste, realizzato da Nicola Giuntini con una ricetta e una forma ad hoc.

All’esperienza del Forno Taste parteciperà anche Davide Longoni, con la sua esperienza di panificatore a Milano e la sua passione per la riscoperta di grani antichi.

I TALK DEL PANE:

“Geografia e lessico del Pane” – sabato 9 marzo

Due mastri panificatori d’eccezione – i sopracitati Nicola Giuntini e Davide Longoni – dialogano con un esponente dell’Accademia dei Georgofili.

“Forno Collettivo: Fermentazione Locale, Rivoluzione Globale” – domenica 10

Alessandro Longhin racconta l’esperienza del Forno Collettivo di Milano. A dialogare con lui ci sarà Laura Lazzaroni, scrittrice e autrice di “Altri Grani Altri Pani”.

 

I Taste Ring 2019:

All’interno del foyer al Teatro dell’Opera di Firenze, i protagonisti del mondo del cibo si sfidano sui temi più caldi della cucina contemporanea. Moderatore d’eccezione, come di consueto, è il Gastronauta Davide Paolini. Ecco i temi di questa edizione:

 

Sabato 9 marzo

“Ritorno alla Trattoria?”

Un focus sul fenomeno del nuovo successo delle trattorie. Luoghi dove si respira la tradizione attraverso ricette di famiglia tramandate di generazione in generazione, piatti che comunicano un territorio e la specificità dei suoi prodotti, ma anche valori autentici. Sullo sfondo la cucina italiana, con le sue mille diversità.

Intervengono: Marco Bolasco (curatore della Guida Osterie d’Italia Slow Food e direttore enogastronomia e varia Giunti Editore), Federico Malinverno (presidente dell’associazione Premiate Trattorie Italiane), Fabio Picchi (Il Cibreo) e Andrea Gori (Trattoria Da Burde).

 

Domenica 10 marzo

“Il sociale nel piatto degli chef”

Un viaggio tra solidarietà e cultura attraverso due grandi iniziative benefiche realizzate dagli chef stellati Massimo Bottura e Massimiliano Alajmo, che saranno a Taste per raccontarle. Il primo, con il progetto Refettorio Ambrosiano per EXPO Milano 2015 – poi esportato a Londra, Parigi, Rio de Janeiro – fonda un luogo di accoglienza e ristoro per persone in difficoltà recuperando circa 15 tonnellate di eccedenze alimentari. Il secondo, con l’evento annuale Gusto per la Ricerca, riunisce eccellenze gastronomiche per raccogliere fondi destinati alla ricerca scientifica sulle neoplasie infantili e alle strutture di sussistenza rivolte all’infanzia.

Intervengono Massimo Bottura e Massimiliano Alajmo.

 

Il percorso di Taste:
per chi non le conosce già, ecco le tappe principali:

 

_TASTE TOUR, il viaggio alla scoperta e all’assaggio dei prodotti delle quasi 400 aziende, selezionate tra le migliori produzioni di nicchia e di eccellenza provenienti da tutta Italia. Anche a questa edizione il percorso si presenta arricchito con l’area allo spazio Alcatraz.

_ TASTE TOOLS, una selezione di 14 brand con i loro oggetti di food & kitchen design, capi di abbigliamento, attrezzature tecniche e proposte innovative per la cucina.

_ TASTE SHOP, al Piazzale Gae Aulenti, è il negozio dove acquistare i prodotti esposti e approfonditi durante il percorso di degustazione. La scorsa edizione il negozio ha presentato 1.846 tipologie di prodotto per oltre 17.100 pezzi venduti.

_TASTE EVENTS: lo spazio al Teatro dell’Opera di Firenze è palcoscenico per un ricco programma di eventi – conversazioni, presentazioni di libri, degustazioni – oltre ad accogliere i Taste Ring e l’area riservata ai VIP Buyer.

Le aziende di Taste

Tra le AZIENDE DI RIFERIMENTO del salone ci sono:

Acetaia La Bonissima, Antica Torroneria Piemontese, Antonio Mattei Biscottificio, Az. Agr. La Meiro – Terre Di Castelmagno, Brùton, Calvisius Caviar, Capriz, Casa Madaio, Di Ciaccio, Pasticceri Artigiani dal 1928, Etnabitter, Friultrota, Krumiri Rossi, Macelleria Salumeria Zivieri Massimo, Manaide, Petra – Molino Quaglia, Pane e Pace, Pastificio Benedetto Cavalieri dal 1918, Renato Bosco – Pizza Pane Passione, Salcis, Saint Marcel, Savini Tartufi, Slitti Cioccolato e Caffé, Sommariva, Timpa Del Cinghiale, Van Nahmen e Wolf Sauris.

E tra i NUOVI INGRESSI a questa edizione:

Artegadi’, Bianca Vigna, Buccellato Taddeucci, Casino Di Caprafico, Filiera 110, Laudemio Frescobaldi, Friscous Petramare, Frisino, I Marinati Di Comacchio, I Segreti di Diano, La Ranocchiaia, Pasticceria Maistrello, Mata’ – Craft Beer, Olio Mimi’, Mimina Granola, Modigliantica – Mandorlato al Cioccolato, Monthea, Notedi, Oberhoeller Chocolate, Pruneti, Riso Maratelli, Salina Di Cervia, Salumerie di Mare, Severino Becagli Spirulina, Silviarosa, Taccola 1895 e Testa 2.0.

Il programma incoming di operatori food internazionali

Anche questa edizione vede gli investimenti di Pitti Immagine sull’incoming a Taste di una selezione di importanti compratori internazionali – tra department store, importatori di food d’eccellenza e le migliori boutique del gusto da tutto il mondo: saranno circa 50 gli operatori che arriveranno a Firenze, provenienti da Australia, Austria, Belgio, Canada, Cina, Danimarca, Egitto, Estonia, Francia, Germania Giappone, Norvegia, Olanda, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Taiwan e Ungheria.

Tra le partecipazioni speciali a questa edizione:

LETTURE AL FORNO:

il nuovo bookshop di Guido Tommasi Editore

Lo spazio dedicato al bookshop di Guido Tommasi Editore a Taste 2019 si trasforma in un enorme forno da cucina, una macchina che trasforma l’idea in profumo, il profumo in gusto, il gusto in ricetta. Scrivere un buon libro di ricette è esattamente come cucinare… mescolate con sapienza gli ingredienti ortografici, insaporite con buone immagini, infornate il tutto a 180°…. sentite questo buon profumo di pagine appena sfornate? Buona scrittura, buona lettura. Progetto e realizzazione dell’allestimento a cura di Marco Marzini.

 

Acqua Plose, sponsor tecnico della manifestazione, diventa Gourmet

L’azienda altoatesina Fonte Plose, selezionata fin dalle prime edizioni di Taste quale esempio di eccellenza italiana nell’ambito del beverage e dell’acqua di qualità, è ancora una volta sponsor tecnico di Pitti Taste per fornire tutti i giorni di manifestazione la sua acqua pura e leggerissima. A questa edizione lancia inoltre la nuova etichetta Acqua Plose Gourmet, la linea dedicata alla ristorazione: un’acqua pura e leggera, morbida al palato e perfetta per accompagnare i sapori dei piatti e gli aromi dei grandi vini. E anche la tradizionale bottiglia di Acqua Plose da mezzo litro, punta a diventare un plus per ristoratori e gestori di locali, incentivando la buona pratica della raccolta del vetro.

Una nuova edizione del FUORIDITASTE:

Il gusto accende la città, alla scoperta dei prodotti di Taste

Il fermento creativo di Pitti Taste invade tutta la città con FuoriDiTaste, il programma off del salone che ogni anno richiama un vasto pubblico di esperti e food lovers. Per tre giorni, da sabato 9 a lunedì 11 marzo, Firenze moltiplica le occasioni di incontrarsi davanti al piatto di un grande chef o a un abbinamento insolito, per scoprire le ultime tendenze dell’enogastronomia contemporanea. Dalla mattina a tarda notte, nei locali di riferimento in città e nei ristoranti più suggestivi, un ricco calendario di iniziative speciali.

 

Ecco una selezione di proposte:

 

Giovedì 7 marzo

 

In Simbiosi con i grani antichi

(Simbiosi Organic Via de’ Ginori 56-58-60r)

Il ristorante Simbiosi Organic Pasta e la pizzeria Simbiosi Organic Pizza dedicano una serata ai grani antichi del Mulino Val d’Orcia: primi piatti di pasta fresca e pizze speciali. (dalle 18:00, info 055/0640115)

 

Fuori di cinta 7: la cinta senese, i carciofi romaneschi… e i vini di Felsina!

(Trattoria da Burde, Via Pistoiese 154)

Una serata con la carne e il prosciutto di cinta senese del salumificio Renieri, i carciofi romaneschi e i sott’oli di Agnoni e i vini di Fèlsina. Saranno presenti i produttori, che sveleranno ai partecipanti segreti e curiosità sui loro prodotti (dalle 20,30, info 055/317206).

 

Sabato 9 marzo

 

Pratiche: il disegno, l’impasto, l’assaggio, la fotografia

(Tatatà, Via Santa Maria 38r)

Il programma della giornata: alle 10:00 la colazione con Luna Colombini, 2 ore di colore per bimbi e genitori. Alle 12:30 la tua pasta madre con Rebecca Di Benedetto, per avviare l’autoproduzione. Alle 14:30 la via nordica al pane con Katrine Lokke, Copenaghen A/R. Alle 16:00 l’antipasto con Francesco Procopio, 3 ore di workshop Food Styling & Photography. Prodotti di design forniti da Parentesi Quadra (dalle 10,00, info: 055.9367564).

 

Frescobaldi incontra una nicchia del Friuli: Friultrota

(Ristorante Frescobaldi, Piazza della Signoria 31)

Menu con i prodotti di Friultrota: antipasto di baccalà mantecato, agretti e focaccia al rosmarino e Laudemio; primo piatto di farro mantecato al Laudemio con guance di trota affumicata e carciofi. Il tutto abbinato ad un bicchiere di Alìe Rosé della Tenuta Ammiraglia in Toscana, acqua e caffè. L’evento si ripete anche domenica 10 e lunedì 11 marzo (dalle 12.00, info: 055/284724).

 

La merenda ai giorni nostri

(La Buona Novella presso Grand Hotel Minerva, Piazza Santa Maria Novella 16)

Una merenda in veste moderna e contemporanea. Protagoniste alcune specialità legate al mondo della pasticceria di nuova tendenza, spaziando tra tartellette, monoporzioni, éclair abbinate a fantastici prodotti de La Via del Té. L’evento si ripete anche domenica 10 marzo (15,30-17,30, info: 055/27230).

 

Sulla CRESSta dell’onda

(Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu, Via Giuseppe Giusti 7)

Una lezione-aperitivo da Cordon Bleu Firenze con la chef Deborah Corsi de La Perla del mare di San Vincenzo. Tutti i partecipanti avranno l’occasione di degustare una serie di finger food a base di pesce e micro ortaggi Koppert Cress (18,30 e 20,30, info: 055/2345468 – 055/2260228).

 

Gin&Cheese

(Ditta Artigianale, Via dei Neri 32r)

Degustazione di gin abbinati a formaggi. La bar tender Ginevra Gabrielli miscelerà i migliori gin internazionali combinandoli in abbinamento con i formaggi della Storica Fattoria Il Palagiaccio (18,30-00,00, info: 055/0457163).

 

Le olive taggiasche al Duomo

(Enoteca Alessi, via delle Oche 27r)

Aperitivo-degustazione delle olive taggiasche del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia e di altri prodotti tipici (19,00, info: 055/214966).

 

Il riso @ Sant’Agostino

(Trattoria Sant’Agostino, Via Sant’Agostino 23r)

Menu degustazione base di Riso Maratelli: timballo di riso alle melanzane, risotto agli asparagi, arancini con piselli e mozzarella, frittelle di riso (dalle 19,00, info 055/281995).

 

Tuscan Spirits

(Fabbricato Viaggiatori, Piazza della Stazione 50)

Il viaggio degli spiriti: l’associazione Tuscan Spirits, capitanata da Taccola 1895, propone una serata all’insegna dei prodotti dell’eccellenza toscana: grappe, gin, vermouth, amari, cocktail, il ponce e molto altro. Un percorso da bere che abbraccia tutta la Toscana (19,00-00,00, info 055/2645114).

 

Scendi gli amici, siedili al Santo, esci i sott’oli di Agnoni

e i formaggi Palagiaccio

(Ristorante Il Santo Bevitore, Via di Santo Spirito 64r)

I formaggi della Storica Fattoria Il Palagiaccio si incontrano con i deliziosi sott’oli di Agnoni (dalle 19,30, info 055/211264).

 

La Pizza di Bosco: Verona-Prato Andata/Ritorno

(Saporé Prato, Viale della Repubblica 209/211/213, Prato)

Alleanza tosco-veneta per una degustazione de Le Forme della Pizza di Renato Bosco: MozzarelladiPane®, PizzaDoppioCrunch®, AriadiPane® e la Pizza Tonda, tutte rigorosamente a base di prodotti tipici locali (19,30 e 21,30, info 0574/966178).

 

Acetaia Leonardi 1871, Laudemio Frescobaldi e Amedei – L’incontro di eccellenze

(Ristorante Frescobaldi, Piazza della Signoria 31)

Acetaia Leonardi 1871, Laudemio Frescobaldi e Amedei organizzano, nella suggestiva location del Ristorante Frescobaldi, un aperitivo con degustazione dei loro migliori prodotti (19,30-22,30, info 059/554375).

 

Superfood: taste the difference! Spirulina Gourmet Dining

(Osteria Pagliazza – Hotel Brunelleschi, Piazza S. Elisabetta 3)

Cena con menu superfood, nella splendida cornice dell’Hotel Brunelleschi, nel cuore di Firenze. I piatti, ideati dallo chef Rocco De Santis, sono tutti a base di Alga Spirulina Severino Becagli (19,30-22,30, info 055/27370).

 

Dalla terra al piatto

(La Bottega del Buon Caffè, Lungarno Cellini 69r)

Una cena di Erez Ohayon e Giovanni di Giorgio per svelare i sapori della Fattoria di Borgo Santo Pietro. Gli chef saranno gli autori di un menu pensato per offrire agli ospiti uno straordinario percorso gastronomico, che consentirà di scoprire i prodotti di Borgo Santo Pietro e i tesori nascosti nel bosco (20,00, info 055/5535677).

 

Laudemio, birra e tartufo

(La Fattoria di Maiano, Via Benedetto da Maiano 11, Fiesole)

Serata dedicata alle eccellenze toscane con un menu degustazione a base di olio Laudemio, tartufo Stefania Calugi e birre Bruton (20,30, info 055/59432).

 

Beermouth Party. Il primo vermouth di birra Baladin è buono anche miscelato!

(Locale, Via delle Seggiole 12r)

Cocktail list dedicata al Beermouth, il primo vermouth di birra Baladin. Ospiti speciali Teo Musso e il bar tender Dennis Zoppi (21,00, info 055/9067188).

 

Domenica 10 marzo

 

Al brunch con Acquerello

(Il Palagio – Four Seasons Hotel, Borgo Pinti 99)

Lo chef stellato Vito Mollica propone nel suo menu il risotto Acquerello alle cime di rapa con mosaico di crostacei (12,30, info 055/2626450).

 

Yes we can(nelloni)

(Villa Cora, Viale Machiavelli 18)

Un ricco buffet e le creazioni dello chef Alessandro Liberatore, protagonisti i prodotti di Verrigni – Antico Pastificio Rosetano, De’ Magi – Alchimia de Formaggi e Le Selve di Vallolmo (12:30-15:30, info 055/228790).

 

Pranzo tosto con l’antipasto e il girarrosto (100% toscano)

(Regina Bistecca, Via Ricasoli 14r)

Pranzo con il tradizionale girarrosto toscano cotto sulla brace. Prodotti dell’Antica Macelleria Falorni, dalla premiata Finocchiona IGP al girarrosto: fegatello di maiale, scamerita, pollo ruspante, pancetta, pane casereccio, vini Zorzettig. Contorni e dolci (12,45, info 055/2693772).

 

Tuscan Spirits

(FOOO Firenze C/O The Student Hotel, Viale Spartaco Lavagnini 70)

La notte degli “spiriti” toscani per bere “OOO – Out Of the Ordinary”. L’associazione Tuscan Spirits, capitanata da Taccola 1895, propone una giornata all’insegna dei prodotti dell’eccellenza toscana: grappe, gin, vermouth, amari, cocktail, il ponce e molto altro, nella cornice innovativa del FOOO nel rispetto della tradizione (16,00-00,00, info 055/4606701).

 

Essenze di montagna

(La Ménagère, Via dei Ginori 8r)

Interpretazione gastronomica dei sapori di montagna declinata attraverso cocktail e distillati. Per l’occasione, La Ménagère offrirà un percorso culinario con una degustazione di Saint Marcel per l’aperitivo e un menu ispirato alla montagna in collaborazione con la distilleria La Valdotaine (17,00-22,00, info 055/0750600).

 

WineMix: Obicà e Mazzei

(Obicà Mozzarella Bar, Via de’ Tornabuoni 16)

Uno speciale aperitivo con dj set per degustare i prestigiosi vini della Tenuta Belguardo di Mazzei abbinati alle specialità di Obicà: un’occasione imperdibile per scoprire la nuova annata di Vermentino, il Rosé e, in anteprima assoluta, il nuovissimo Belguardo Tirrenico (18,00, info 055/2773526).

 

Boccondivino con finocchiona & sbirulino

(Toscanino in Rinascente, Piazza della Repubblica)

In occasione dell’apertura di Toscanino in Rinascente, Macelleria Falorni e Toscanino presentano Boccondivino, un aperitivo tutto toscano con finocchiona IGP e prosciutto Falorni, accompagnati da sbirulino realizzato con olio extravergine d’oliva Pruneti (18,00-22,00, info 055/4933468).

 

La Petrognola sotto il loggiato

(Emporio Conviviale, De Plek e Panicale, Via Panicale 7/11r)

Tap take over del birrificio La Petrognola con mastrobirraio nella cornice del Panicale. Mentre, al De Plek, abbinamenti culinari di street food al piatto con le birre in bottiglia (18,00-02,00, info 335/5473530).

 

No tools_Fork 1 di Davide Dutto nel Mondo del Tartufo

(Truffle Restaurant Savini Tartufi – NH Porta Rossa, Via Porta Rossa 19)

Davide Dutto porta a Firenze la sua “No Tools_Fork 1” grazie a Savini Tartufi, una mostra originale che ha come protagonista la forchetta. La mostra sarà aperta al pubblico dal 4 all’11 marzo. Opening su invito (18,30, info 055/3995913).

 

Dirty Olive: ad ogni cocktail la sua oliva

(Ristorante Gurdulù, Via delle Caldaie 12-14r)

Un evento organizzato dall’azienda agricola Fratepietro e dal ristorante Gurdulù, che mette in risalto come l’oliva Bella di Cerignola valorizzi il cocktail. Sperimentazione di nuovi accostamenti tra olive e spirits per un “gusto selvaggio” (19,00, info 055/282223).

 

Cipolla Rossa & Antinori

(Osteria Cipolla Rossa, Via dei Conti 53r)

Menu degustazione in collaborazione con i vini Antinori: sformatino di cavolfiore in salsa di pomodoro e guancia croccante Renieri, paccheri Cav. Giuseppe Cocco sulla faraona, cinta senese Renieri con cipolle al balsamico de Il Borgo del Balsamico, panna cotta alla menta con granella di mandorle tostate e riduzione di aceto balsamico (dalle 19,00, info 055/214210).

 

Un riso tra amici

(Procacci, Via de’ Tornabuoni 64r)

Degustazione di vino con assaggi di risotto al tartufo all’interno di uno dei locali più rinomati e eleganti di Firenze. In collaborazione con l’Azienda Agricola San Pietro a Pettine (19,30-21,30, info 055/211656).

 

Edoardo Tilli e la strana coppia: parmigiano e gin

(Plaza Hotel Lucchesi, Lungarno della Zecca Vecchia 38)

Malandrone 1477 propone quattro versioni di parmigiano reggiano in diverse stagionature interpretate da Edoardo Tilli. Compagno originale del parmigiano per questa serata, il gin toscano dell’azienda Peter in Florence, proposto in versione liscia e miscelata dai barman del Plaza Lucchesi (20,00, info 055/2623575).

 

Lunedì 11 marzo

 

Il posto dei lamponi

(S. Forno, Via di Santa Monaca 3r)

S.Forno, la mitica bakery fiorentina, utilizzerà nella sua produzione artigianale per colazioni e merende a base dei prodotti dell’azienda Lampone dei Monti Cimini® di Viterbo: composte aromatizzate, zuccheri e cristalli, sale e tisane a base di lampone (7,00-19,00, info 055/2398580).

 

 

TASTE INFO:

Gli orari di apertura per operatori del settore e per il pubblico di appassionati:

 

_per rendere sempre più agevole il lavoro in fiera degli operatori del settore, Taste riserva loro una fascia oraria interamente dedicata: la mattina di SABATO 9 e di DOMENICA 10 MARZO, DALLE ORE 9.30 ALLE ORE 14.30.

 

_dalle 14.30 alle 19.30 e lunedì dalle 9.30 alle 16.30, ingresso aperto anche al pubblico.

Official Hashtag:

#Taste14 #PittiTaste #fuoriditaste

#TasteRing #TasteShop #TasteTool #TasteTour

Tag:, , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: