Il primo marzo arriva Veleno, nuovo ristorante a Palazzo Martinon

La piazza di Brescia è in continuo fermento per quanto riguarda l’offerta food. Alla lunga lista di nuove aperture, il primo di marzo si aggiungerà Veleno, un racconto a quattro mani dello chef Maurizio Amato e del restaurant manager Davide Patruno, due friulani desiderosi di creare un progetto inedito nel quale il cibo incontra la storia, il design e intraprende così anche un viaggio culturale. Dopo svariate esperienze nell’alta ristorazione in Italia e all’estero, i due soci si sono ritrovati nel piano nobile di una sontuosa dimora bresciana di fine ’700 per dar forma al loro sogno.

Veleno è dunque una nuova idea che torna alle origini della parola Venus, ossia filtro amoroso nella sua accezione letterale. Il concetto raduna in sé il significato di pozione che induce alla vulnerabilità e che può inebriare. Così vuole essere il ristorante situato al primo piano di Palazzo Martinoni già di Rosa (via Antonio Gramsci, 10), nel quale l’austera cornice storica si accende grazie all’incontro con l’arte contemporanea e con il design.

Il menu fonde elementi del territorio e attinge al contempo alla cucina internazionale, così da attivare contaminazioni virtuose. Con le spezie di Istanbul e la cultura turca, con i riti orientali, l’attenzione francese ai dettagli e la vivacità di Praga, con tecniche di cottura evolute ma mai troppo estreme. Qui i prodotti tradizionali, spesso dimenticati, sono reinterpretati in modo onesto e inaspettato. Veleno ha una carta controtendenza. Laddove la cucina attuale rielabora ed estremizza, Maurizio Amato si àncora al territorio e alla materia prima per creare piatti tradizionali, legati dal fil rouge di spensieratezza, libertà e novità.

Lo spazio si declina in cinque sale principali, fra cui uno scenografico salone da ballo e un’intima saletta-bomboniera sormontati da volte affrescate, soffitti a cassettoni e circondati da grandi finestre, tessuti damascati e camini. Veleno è dotato di 45 coperti ed è aperto a pranzo con un’offerta esclusiva di cinque piatti, per spiluccare durante gli incontri di lavoro o per una pausa di tempo libero. Ha un bancone adibito a cocktail bar con un esperto mixologist per aperitivi di preludio alla cena, momento nel quale il ristorante offre una lista completa di tutti i piatti d’autore che cambiano ogni tre mesi. A disposizione degli ospiti anche una confiserie alla francese, uno spazio dedicato a chi ama i dolci, aperto anche di sera.

Tag:, , , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

38 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: