Il gin che invecchia 7 anni

Prodotto dalla celebrata distilleria John Dore & Co Limited, con più di due secoli di tradizione alle spalle nel sud-est di Londra, il gin inecchiato Fifty Pounds Cask at the Back ci riporta indietro al diciannovesimo secolo, quando il gin veniva trasportato in botti di rovere, che spesso erano state usate per far maturare lo sherry.

Il nome deriva proprio dai barili denominati “Cask at the Back”, che venivano conservati sul retro dei magazzini, nei quali venivano stoccate le riserve di gin per essere trasportate: di solito, questi barili rimanevano fermi più a lungo rispetto a quelli collocati nella parte antistante, poiché l’accesso era più difficile. In questo modo, il gin che contenevano acquisiva un colore più scuro e un carattere leggermente diverso, soprattutto quello all’interno di botti che erano state utilizzate per lo sherry.

Oggi, riprendendo questo antico processo di invecchiamento di inizio secolo, si utilizzano botti di legno di quercia precedentemente usate per fare maturare lo sherry Pedro Ximenex.

Il gin Fifty Pounds Cask at the Back, distillato secondo una ricetta originale e segreta, sviluppa con il tempo un colore ambrato ed una rara complessità di sapori, invecchiando per ben 7 anni in un unico barile.

Le botaniche usate, di primissima qualità, regalano al naso i classici aromi di ginepro e agrumi con sentori di legno e rovere tostato accompagnati da note floreali e delicati sentori di uvetta, prugne e nocciole. Al palato il gusto di questo gin si evolve in una combinazione unica: alla dolcezza iniziale lascia spazio la morbidezza ed una finitura lunga, arrotondata e liscia.

Cask At The Back è imbottigliato in edizione limitata, disponibile in solo 500 bottiglie in tutto il mondo.

Fifty Pounds Cask at the Back in Italia è venduto e distribuito esclusivamente da Fratelli Rinaldi Importatori (www.rinaldi.biz).

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: