“Cantine d’Italia 2017”: la guida e i premi

MILANO, 30 novembre – Presso l’hotel Michelangelo è stata presentata questa sera l’edizione 2017 di Cantine d’Italia, la guida per il turista del vino edita e curata dall’associazione Go Wine.

In 530 pagine la pubblicazione (€ 15,00) racconta 700 cantine da visitare e ne premia 229 con le sempre più ambite “Impronte d’eccellenza”; ai vini non dà punteggi, ma ne suggerisce oltre 3.800; infine raccomanda 1.500 indirizzi dove mangiare e dormire – in cantina e non. Nelle schede appaiono due nuovi simboli, pensati per l’enoturista italiano che si muove, tipicamente, nei fine settimana: la “D” segnala le aziende aperte di domenica, almeno al mattino; “DA” indica quelle disponibili ad accogliere visitatori la domenica, ma solo previo appuntamento.

Quest’anno la guida è arricchita dalle introduzioni di Alessandro Masnaghetti, Margherita Oggero e Gianluigi Beccaria: una finestra sul vino – questo il titolo della sezione di apertura – spalancata da tre importanti personaggi del giornalismo e delle cultura. Sempre nella parte iniziale del volume sono raccolti i dialoghi in cantina, originali interviste a uomini e donne del vino, fra cui Fausto De Andreis, Francesca Planeta, Riccardo Ricci Curbastro, Gavino Sanna.

20161130_220155

Sette i premi speciali assegnati da Cantine d’Italia per il 2017:

  • Alto Confort per il relais aziendale al Relais Borgo Syrah presso i Tenimenti Luigi d’Alessandro (Cortona AR, Toscana);
  • Cantine Golose per la tavola aziendale al Ristorante Aion presso la cantina Moroder (Ancona, Marche);
  • Cantine Meravigliose per l’EnoArchitettura a Sella & Mosca (Alghero SS, Sardegna);
  • Go Wine Enocultura per l’iniziativa Gioielli in Fermento, curata da Eliana Negroni e ospitata dall’azienda Torre Fornello (Fornello di Ziano Piacentino PC, Emilia);
  • Autoctono si nasce al vino DOC Friuli Colli Orientali Schioppettino di Prepotto prodotto da Vigna Petrussa (Prepotto UD, Friuli);
  • Buono… non lo conoscevo! al vino DOP Tintilia del Molise Rosso Macchiarossa prodotto da Claudio Cipressi (San Felice del Molise CB, Molise);
  • Vini Storici d’Italia al vino IGT Salento Rosato Five Roses dell’azienda Leone de Castris (Salice Salentino LE, Puglia).
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: