Michele Massaro, il Re dei Coltellai

Michele Massaro sembra uscito da un’opera di Pirandello. Uno, nessuno, centomila. Vitangelo Moscarda e il suo io frammentato davanti a uno specchio che non rimanda mai la stessa immagine. Enigmatico, complesso. Lo capisci subito, appena ti racconta qualcosa di sé: «Essendo molto visionario e sognatore, sono sempre stato dispersivo. Cosa volevo fare da ragazzo? Non lo so, dipende dal periodo. Nella mia vita ho fatto molte cose, ma una volta imparato a farle, ho sempre dovuto cambiare perché mi annoio. Tant’è che non è detto nemmeno che questa sia l’ultima cosa che faccio. Magari tra dieci anni il fabbro non sarà più la mia attività principale: conoscendomi, probabilmente, non mi darà più stimoli e cambierò ancora».

È strano sentire parlare così chi, in poco meno di due lustri, è riuscito a diventare il Re dei Coltellaiil fabbro dei più grandi chef che conosciamo: Colagreco, Crippa, Ruggieri, Corelli, Klugmann, Tassa, Cuttaia, Parini, Costardi Bors, Tokujoshi, Scarello, Pisani e Negrini, Pierangelini Sr e Jr, Baronetto, Ducasse, Redzepi, Martinez, Cantafio. Per loro ha forgiato strumenti da taglio frutto di studi su funzioni e gestualità, per trasformare «la necessità di ogni cuoco in un coltello». Ed è questo, unito alla sua personalità istrionica e a una fisicità teatrale, che ha proiettato Massaro nell’empireo degli artigiani. E lui nei panni della star si sente bene.

Continua a leggere su https://www.fancymagazine.it/cover/michele-massaro-la-star-dei-coltelli/

Tag:, , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares

Iscriviti alla newsletter di Geisha Gourmet

Loading

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux