Venissa: fuga d’amore in grande stile

La Venezia fuori dai giri turistici, il vino, il cibo e quel fascino che solo la laguna sa regalare. In un microcosmo davvero unico e affascinante, “L’Altra Venezia” di Mazzorbo è il posto perfetto per una fuga d’amore in grande stile: Venissa è il luogo dell’autenticità, un paradiso per i food&wine lovers e gli amanti del relax, vera oasi di pace raggiungibile in breve dal centro storico in pochi minuti di navigazione. Nulla di meglio che soggiornare nelle camere del Wine Resort, all’interno di una stupenda dimora, ristrutturata sapientemente, dove un interior design essenziale e insieme elegante ha conservato la semplicità e la bellezza delle case di laguna, con vista sulla vigna e sul giardino. Sono solamente cinque le camere all’interno del Wine Resort, aperto da marzo a fine novembre, da prenotare ovviamente con congruo anticipo.
Ma esiste un’ulteriore possibilità di soggiorno grazie a Casa Burano by Venissa, tredici camere che si ispirano al modello dell’albergo diffuso, dove gli ospiti possono vivere fianco a fianco con la popolazione autoctona in cinque coloratissime casette dell’isola di Burano – collegata a Mazzorbo tramite un ponte – abitate un tempo da merlettaie e pescatori e ristrutturate nel 2016 coinvolgendo le eccellenze venete dell’architettura e del design.

Tutto ebbe inizio da un’idea visionaria di Gianluca Bisol, produttore di vino da generazioni, che, una quindicina di anni fa, salvando gli ultimi vitigni autoctoni di uva Dorona sopravvissuti all’alluvione del 1966, decise di riportare in auge la storica e regale viticoltura in laguna inserendola, nel contempo, in un articolato progetto di hospitality a 360 gradi.
Nacque così, nel 2007, la Tenuta Venissa, dove oggi – accanto al Ristorante e all’Osteria Contemporanea – gli ospiti possono soggiornare in cinque camere all’interno della Tenuta stessa, ideali per una vacanza gourmet di altissimo livello, e nelle tredici sistemazioni di Casa Burano, il primo albergo diffuso di Venezia, nelle tipiche casette variopinte.
Una vera e propria “isola” di tranquillità lontana dalle folle di San Marco.

La cucina “nativa” del Ristorante Venissa e L’Osteria Contemporanea
A Mazzorbo, “immersi” nella laguna, in un’atmosfera sognante, si può assaporare il lento scorrere del tempo, vivendo anche un’experience culinaria indimenticabile.Al Ristorante Venissa (da Marzo a Novembre), aperto nel 2010 e già stella Michelin nel 2012,Francesco Brutto, miglior giovane chef italiano del 2017 per la guida “Ristoranti l’Espresso”, affiancato da una brigata altrettanto giovane e talentuosa guidata da Chiara Pavan, propone una cucina che rivisita al meglio gli ingredienti tipici della “Venezia Nativa”: il pesce della laguna, le verdure coltivate all’interno della tenuta e le erbe spontanee raccolte tra i filari delle vigne in una serie di suggerimenti gastronomici basati sulla creatività declinata alla materia prima locale con accostamenti coraggiosi ma armonici, come “Anguilla, porcini e tartufo nero” o gli “Spaghetti all’infuso di cipresso e uva Dorona acerba” o i “Ravioli di bietola, burro di artemisia, pinoli ed erbe di laguna”.
Informale alternativa al Ristorante Venissa è L’Osteria Contemporanea (aperta tutto l’anno) dove la tradizione insieme all’atmosfera della classica osteria veneta si coniugano con la filosofia dei “pochi piatti ma fatti bene”. Location ideale per gustarsi “Sarde in saor sempre croccanti” o “Moscardini alle erbe”, o anche solo per assaporare vini di piccoli produttori di grandi terroir selezionati con massima cura e in grado di esaltare al meglio le proposte di cucina.

Occasioni da non perdere

Venissa Experiences – Autunno 2018

Pacchetto: Fotografie in Laguna
Mostra “I mestiei della Venezia nativa”
Parcheggio e barca dalla terraferma o dalla stazione
1 Notte a Casa Burano by Venissa
1 Cena all’Osteria Contemporanea di Venissa
Uscita fotografica con Maurizio Rossi, il fotografo che ha realizzato le foto della vendemmia
Prezzo a partire da €160 a persona

Pacchetto: San Martino in Laguna
L’11 Novembre è il giorno di San Martino, che celebra il mosto che diventa vino. A Mazzorbo, dove Venissa produce il celebre vino di Venezia con l’uva Dorona, ogni anno si celebra la Festa d’Autunno, una serata informale in cui la cucina stellata incontra le traduzioni buranelle. Assaggi della cucina di Venissa, pescatori che preparano la loro celebre frittura e i pasticceri di Carmelina Palmisano realizzano il dolce di San Martino. Infine, le castagne perché anche in laguna a San Martino castagne e vino.
Parcheggio e barca dalla terraferma o dalla stazione
1 Notte a Casa Burano by Venissa
1 Cena all’Osteria Contemporanea di Venissa
Prezzo a partire da €140 a persona

Pacchetto: Ostriche a Venissa
Molti secoli fa stati gli antichi veneti a portare la pesca e la cultura dell’ostrica in Bretagna, proprio per questo la seda italiana della confraternita è a Venissa. Ogni anno viene celebrata la Cena delle Ostriche, con degustazione di ostriche e menu a base di ostriche creato dagli Chef di Venissa.
Per chi volesse è possibile richiedere di entrare nella Confraternita e diventare Cavaliere dell’Ostrica di Bretagna durante la cerimonia che si svolge durante la serata.
Costo della sola serata 80€.
Parcheggio e barca dalla terraferma o dalla stazione
1 Notte a Venissa
1 Cena all’Osteria Contemporanea di Venissa
Prezzo a partire da €150 a persona

Tag:, , , , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: