Natal no restaurante: +2,8% com respeito à 2014

por Segunda-feira, Dezembro de 14, 2015

Natale felice per i ristoratori italiani. Crescono, Na verdade, le presenze fuoricasa per pranzi e cenoni delle festività 2015, com 7,3 milioni di italiani che sceglieranno trattorie & co. per il pranzo del giorno di Natale, ol 12% della popolazione, um aumento de 2,8% em relação ao ano passado.

Queste le prime stime diffuse dalla FipeFederazione Italiana Pubblici Esercizi a seguito dell’indagineFeste di Natale 2015 a tavolarealizzata in collaborazione con Format Research, su un campione statisticamente rappresentativo della popolazione italiana.

«Le previsioni per le festività natalizie nel fuoricasa sono un ulteriore segnale di buon auspicio per il settore e confermano i positivi risultati del Rapporto Ristorazione che la nostra Federazione ha recentemente presentatodichiara il presidente della Fipe Lino Enrico Stoppani -. Quello del fuoricasa è un mercato che vale 76 miliardi di euro e pone il nostro Paese al terzo posto in Europa per consumi e presenze. Un patrimonio da valorizzare e promuovere anche durante le occasioni di festa, e la spesa prevista di 308 milioni di euro per il solo pranzo di Natale è una stima incoraggiante per il settore e per l’intera economia italiana. Una spinta ulteriore verso un futuro improntato all’ottimismo, che segna il superamento delle incertezze registrate a novembre a seguito dei fatti di Parigi».

Entrando nel dettaglio, ol 10% della popolazione pranzerà a Natale in un ristorante dello Stivale, Enquanto o 2% lo consumerà all’estero, per una spesa media pro capite di poco più di 50 Euro. Oltre otto italiani su dieci (l’84,5%), in leggera flessione rispetto allo scorso anno, resteranno a casa, dato che vale in particolare per le famiglie, gli over 55 e i residenti nelle regioni del Centro Italia.

Passando invece al cenone della Vigilia, le previsioni evidenziano una serata più “Dona de casa” per l’86,5% della popolazione (52 milioni di italiani), in percentuale maggiore gli over 55, le famiglie e le persone residenti nel Centro Italia. Nel complesso 4,7 milioni di italiani, ossia il 7,7% della popolazione, passeranno la Vigilia al ristorante, soprattutto i giovani e giovanissimi e i residenti nelle regioni del Sud. Poco più di un milione (1,9%) chi consumerà la cena della Vigilia in un ristorante all’estero, percentuale che cresce significativamente salendo lungo lo Stivale, in particolare tra i residenti nelle regioni del Nord Est (3,8%) e del Nord Ovest (4,1%).

0

Ainda não há comentários.

O que você acha?

Seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados *