I migliori Pinot Nero 2012

by mercoledì, maggio 27, 2015

Alla XIV edizione del Concorso nazionale del Pinot Nero la Cantina di Cornaiano bissa il successo del 2014. Sul podio anche Castelfeder e la storica Cantina di Andriano. Una certezza su tutte: il 2012 è una delle annate migliori degli ultimi anni per il Pinot Nero.

1. Cantina Girlan, Pinot Nero Riserva Trattmann Mazzon – 89,9/100

2. Castelfeder, Pinot Nero Riserva Burgum Novum – 88/100

3. Cantina Andriano, Pinot Nero Riserva Anrar – 87,8/100

Questo il podio del XIV Concorso nazionale del Pinot nero d’Italia, riservato all’annata 2012. Seguono a ruota, tutte racchiuse entro soli tre punti di distacco, le altre 8 cantine che hanno raggiunto le prime dieci posizioni (vedi file excell in calce). Il Concorso, le cui degustazioni si sono tenute quest’anno il 19 e 20 marzo a Montagna (BZ), ha visto in gara 69 Pinot Nero da 9 ragioni italiane, valutati da una severa giuria composta da 38 degustatori scelti fra enologi, operatori e stampa del settore vitivinicolo, suddivisi in 19 tavoli da due persone. Due intense giornate di assaggi, coordinate da Ulrich Pedri del Centro Sperimentale Laimburg, la struttura che ha ideato il metodo di degustazione applicato: ogni gruppo ha espresso un giudizio per ogni vino degustato, i 19 giudizi sono stati elaborati da un computer, e i vini con un punteggio superiore agli 80 punti sono stati sottoposti ad una seconda degustazione il giorno successivo, per stabilire il vincitore di questa edizione.

Il Pinot Nero Riserva Trattmann Mazzon della Cantina di Cornaiano (Girlan) che, per la seconda volta consecutiva, si è rivelato il preferito dai giurati, con questa affermazione ribadisce l’importanza del territorio di provenienza delle uve, ovvero l’unicità del “cru” altoatesino per questo vitigno, collocato sulle colline di Mazzon, sovrastante il comune di Egna sulla sinistra idrografica della Val d’Adige. La sapienza e l’esperienza di un enologo di notevole sensibilità come Gerhard Kofler hanno poi permesso al vino di esprimersi ad alti livelli di piacevolezza ed eleganza.

Castelfeder è un’azienda a conduzione familiare che da anni lavora assai bene, il cui giovane enologo Ivan Giovanett dimostra, nel Pinot Nero Riserva Burgum Novum, di saper far esprimere con pienezza le uve dei bei vigneti esposti a Sud-ovest posizionati sulla collina di Glen di fronte al Castello di Kaldiff.

Terza si piazza la Cantina di Andriano, storica realtà altoatesina e prima cantina sociale dell’Alto Adige, fondata nel 1893; ora coordinata dalla più grande Terlano. Un Pinot nero Riserva, l’Anrar, che riscuote consensi unanimi e che, insieme al Montigl, dimostra le capacità del kellermeister Rudi Kofler, in grado di piazzare due Pinot neri da lui creati fra i primi 10 in Italia.

TOP 10 E PUNTEGGI

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: