50 anos de Nutella. O 16 pode festejar nomeação ao amanhecer para um vip

por Sábado, Maio 10, 2014
O 18 pode é comemorado em todo o mundo um aniversário muito especial, a avelã espalhar creme nascido em Alba (CN) em 1964. Após 50 anos, Nutella é ainda igual a mesmo, para a marca e os ingredientes. Este ícone do Made in Italy manteve-se jovem. E’ un long seller sempre in crescita, grazie a una precisa strategia di marketing e comunicazione, che viene svelata per la prima volta dal libro “Mondo Nutella”, Rizzoli Etas, firmato da Gigi Padovani, appena giunto nelle librerie. E’ l’unico volume dedicato ai 50 anni di innovazione di questo prodotto-impresa creato dalla abilità di un pasticcere, Pietro Ferrero, che ne inventò l’antenatoil Giandujote dall’impegno imprenditoriale del figlio Michele e del nipote Giovanni, attuale Ceo di un gruppo che ha 20 stabilimenti in tutti i Continenti e 20 mila dipendenti.

Una mattina della primavera 1964 arrivò sulla tavola degli italiani. Erano gli anni del boom: Nutella inventò una nuova categoria merceologica, conquistò il Bel Paese e poi il mondo. Oggi ha cinquant’anni ma non li dimostra: per molti è diventata un mito, ed è oggetto di studio anche da parte dell’OCSE, come esempio di globalizzazione virtuosa. L’azienda di famiglia che la produce, emblema del capitalismo italiano, ha continuato a mietere successi grazie all’innovazione dei prodotti e alla scelta di mantenere solide radici nel territorio in cui è nata, le Langhe, tra le colline di noccioli.

Alla Fondazione Ferrero

Alba (CN) Strada di Mezzo 44

Sexta-feira, 16 Maio 2014, horas 21

Presentazione del libro “Mondo Nutella, 50 anni di innovazione” in occasione della festa per la nascita di Nutella. Com Ferruccio de Bortoli, direttore del “Corriere della Sera” e Mario Morcellini, professore Ordinario in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi all’Università La Sapienza di Roma. Sarà presente l’autore Gigi Padovani.

Seguirà un Nutella Party

Serata a inviti: info tel. 0173 295259

0

Ainda não há comentários.

O que você acha?

Seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados *