http://geishagourmet.com/2012/02/29/dimezzato-il-consumo-di-vino-italiano-perche-lo-spiega-coldiretti/

Metade consumo de vinho na Itália. Porque? A Coldiretti explica

por Quarta-feira, Fevereiro 29, 2012

Isso é praticamente metade dos últimos 30 anos na Itália, o consumo de vinho caiu para menos de 40 litros por pessoa para um total de menos de 21 milhões de hectolitros. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti in riferimento alla Relazione annuale del Ministero della Salute dalla quale si evidenzia la crescita fra i giovani e i giovani adulti dell’abitudine al consumo di superalcolici, aperitivi e amari, che implicano spesso consumi lontano dai pasti e con frequenza occasionale al posto del vino. E’ emblematico il fatto che nel 2011 per la prima volta si è addirittura bevuto più vino italiano all’estero che in Italia, per effetto di un aumento del 166% delle esportazioni e di una sostanziale stabilità degli acquisti familiari (-1 %).

Il forte calo nelle quantità di vino acquistate dagli italiani, che ha avuto una accelerazione negli ultimi dieci anni, è stato accompagnatosottolinea la Coldirettida un atteggiamento più responsabile di consumo. Insieme al cambiamento delle abitudini alimentari a far calare la domanda soprattutto nelle ristorazione sono stati, oltre ai ricarichi eccessivi, le campagne antialcol e la stretta sulle norme del codice della strada che hanno colpito indiscriminatamente anche il vino che è in realtà caratterizzato da un piuresponsabile consumo abbinato ai pasti che non ha nulla a che fare con i binge drinking del fine settimana.

O vinho – precisa la Coldirettiè divenuto l’espressione di uno stile di vitalento”, attento all’equilibrio psico-fisico che aiuta a stare bene con se stessi da contrapporre proprio all’assunzione sregolata di alcol. Si tratta di un cambiamento checonclude la Coldirettioccorre riconoscere per evitare il rischio di una dannosa criminalizzazione, mentre è necessario investire nella prevenzione promuovendo la conoscenza del vino con il suo legame con il territorio e la cultura, a partire proprio dalle giovani generazioni.

informação: www.coldiretti.it, www.beverfood.com

0

Ainda não há comentários.

O que você acha?

Seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados *