http://geishagourmet.com/2011/05/13/il-vino-giusto-per-unamica-che-parte/

O direito de vinho para um amigo que parte

por Sexta-feira, Maio 13, 2011

Da sx. GG, Miriana, Giulia

O que é o vinho mais apropriado para cumprimentar um amigo que muda vidas, relocação no exterior? Credo il vino che più di tutti sia il preferito dalla vostra amicizia, O que tem seguido nas melhores noites, Quem tem divertiu, ritemprato, Consulado, mimado.

Susceptível de ser bolhas. Ou pelo menos gostaria de tentar escolher aqueles. Um pouco’ per la buona e sana tradizione che le cose da celebrare è bello che siano bagnate da un finissimo perlage. Um pouco’ per il fatto che stanno bene con qualsiasi cosa e a qualsiasi ora. Soprattutto perché con le amiche vere (e poche) di bollicine se ne bevono tante.

Giulia, qui nel blog Casta Diva, se ne va a Berlino. E io la guardo andarsene perché so che è giusto così, perché è quello che vuole. La aiuto a spostare gli scatoloni, i vestiti, le decine di paia di scarpe. Le Paciotti di qua, le Louboutin di là, i mobili Kartell di lì, i libri in fondo a destra. Cerco di non pensare, sollevando la sua vita impacchettata in decine di scatoloni. E stappando da giorni Haderburg Pas Dosè, Bellavista, Ferrari e Champagne.

Lo so che la distanza non cambierà nulla, ma la malinconia mi aspetta in ogni angolo. Tutte e due, in questi ultimi giorni assieme qui in Italia abbiamo fatto le cose senza parlare di questo perché lo sappiamo già, senza bisogno di parlare. E anche perché per tipe come noi è più facile piangere da sole.

Sim, lo so, questo non è esattamente un post allegro. E lo finisco qui. Lo finisco però con un sorriso, pensando a un passo de Il Profeta di Kahlil Gibran, riferito ai figli, ma che secondo me vale benissimo per tutte le persone che si amano, amici compresi:

I vostri figli non sono i vostri figli.

Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di sé.

Essi non provengono da voi, ma per tramite vostro,

E benché stiano con voi non vi appartengono.

Potete dar loro il vostro amore ma non i vostri pensieri,

Perché essi hanno i propri pensieri.

Potete alloggiare i loro corpi ma non le loro anime,

Perché le loro anime abitano nella casa del domani, che voi non potete visitare, neppure in sogno.

Potete sforzarvi d’essere simili a loro, ma non cercate di renderli simili a voi.

Perché la vita non procede a ritroso e non perde tempo con ieri.

Voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi.

L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,

e con la Sua forza vi tende affinché le Sue frecce vadano rapide e lontane.

Fatevi tendere con gioia dalla mano dell’Arciere;

Perché se Egli ama la freccia che vola, ama ugualmente l’arco che sta saldo.


0

Ainda não há comentários.

O que você acha?

Seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados *