http://geishagourmet.com/2011/05/02/carciofi-ar-tegame-secondo-lorenzo-giglioli/

Alcachofras “ar” Pan de acordo com Lorenzo Giglioli

por Segunda-feira, Maio 2, 2011

Guardate che spettacolo!

Amigo FB Lorenzo Giglioli, chef jovem e bonito (Restaurante de Aphrodinte de Pisan hoje) – Já renomeei diabo tentador, porque depois de meia-noite, muitas vezes publicar receitas em seu social página com fome nos todos os trabalhadores da noite – Enviamos uma preparação que, Só vista, Eu fiz só de dar água na boca!

CARCIOFI AR TEGAME

Ingredientes para 4 pessoas

8 carciofi tagliati come indicato nella ricetta

2 fette di prosciutto toscano tagliate spesse due tre millimetri , fatte poi a listarelline fini

2 spicchi d’aglio privati dell’anima e tritati

una generosa manciata di prezzemolo fresco tritato

una generosa spolverata di pepe nero

un pizzico di sale (stando attenti perché se il prosciutto è salato, quindi bisogna mantenersi un poparchi di sale)

una innaffiata molto generosa di olio extravergine di oliva robusto

Processo

Fondamentale: la pulizia GENEROSA dei carciofi…. Togliere le foglie più dure finchè le rimanenti non recano alla base la colorazione giallognola…

Poi procedere poco sopra tale curvatura gialla con un taglio obliquo verso il centro tutto lungo la circonferenza per togliere le cime conservando però le foglie centrali tenere…

Mantenere almeno tre centimetri di gambo e ripulirlo della corteccia esterna, arrivando fino al midollo …

Neste ponto, suddividere i carciofi in quattro partio due se sono di dimensioni medio-piccoleIMMERGERE IMMEDIATAMENTE OGNI CARCIOFO TAGLIATO IN ACQUA GASSATA…EIMPORTANTISSIMO PER NON FARLO OSSIDARE….EVITANDO IL LIMONE CHE CONFERISCE UN GUSTO LATERALE CHE IN QUESTA PREPARAZIONE NON DESIDERIAMO…. 😉

Il segreto della ricetta, nsieme al metodo di cottura, sta proprio nella pulizia del vegetale.

Mettere i carciofi ben scolati dall’acqua in una casseruola d’acciaio ( è preferibile perché interagisce meno con il carattere metallico del carciofo) della quale si abbia un coperchio che la chiude bene.

Chiudere col coperchio e mettere sul fuoco forte: da questo momento,.prendere esattamente, con certezza matematica…TRE MINUTI DI TEMPO…… Trascorsi questi tre minuti, scoperchiare il tegame e molto vorticosamente e velocemente rigirare qualche volta il tutto con l’aiuto di due cucchiai. Richiudere immediatamente, lasciar trascorrere altri tre minuti da cronometro, quindi togliere dal fuoro, senza scoperchiare e avvolgendo il tegame con un canovaccio.

Dopo una mezzora aprire eammirare la bellezza della vita !!!!

Buon appetito e baci a tutti i lettori GeishaGourmet dal Diavolo Tentatore…. 😉

Ps. Questa ricetta è presa come spunto dal grande Fabio Picchi..è doveroso ricordarlo…maestro imprescindibile di vita prima che di cucina…..

 

0

Ainda não há comentários.

O que você acha?

Seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados *