Posto che vai, cocktail che trovi

A seconda dei luoghi che vengono scelti come meta delle vacanze cambia il tipo di drink che i locali propongono: si va dai grandi classici come il Mojito e la Caipirina, fino alle “specialità” del posto che utilizzano ingredienti tipici, passando per il “Sanset”, il cocktail preparato con Sanbittèr rosso, vermouth e soda. È quanto emerge da uno studio condotto da Found! Story Engagement Factory con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio su oltre 100 fonti fra testate, magazine, portali, blog e community lifestyle internazionali e su un pool di 30 fra esperti e bartender, per verificare quali siano le tendenze dell’estate 2018 in fatto di cocktail e aperitivi da bere sotto le stelle di San Lorenzo.

Al Papeete Beach di Milano Marittima ad andare per la maggiore è il Sanset, un cocktail fresco, composto da Sanbittèr rosso, soda e vermouth, un vino liquoroso aromatizzato nato a Torino nel lontano 1700. L’invenzione si deve ad Antonio Benedetto Carpano che, nel 1786, mescolando vino bianco con aromi derivati dall’infusione di fiori, frutti e spezie, l’ha fatto tornare di moda ai giorni nostri quale simbolo dell’eccellenza made in Italy e della tradizione piemontese. Il nome Sanset fa riferimento al tramonto e viene servito in calici ballon assieme a ghiaccio, una fogliolina di menta e lo zest di limone.

Chi dovesse passare per Cuba, invece, non può non fermarsi allo storico locale de “La Floridita” che, nel 2017, ha celebrato il suo 200° anniversario invitando i migliori bartender del mondo per una sfida al cocktail Daiqiri più buono. Il bar-ristorante, frequentato ai tempi da personalità come Ernest Hemingway, è sempre affollato da turisti che richiedono in gran quantità proprio il Daiqiri, preparato, secondo la ricetta originale cubana, con 4.5 cl di rum, 2 cl di succo di lime e 0.5 di sciroppo di zucchero.

Il Monty’s Restaurant and Bar, che offre una suggestiva location all’aperto, si trova in Portogallo e, più precisamente a Vale do Lobo nella regione dell’Algarve. Qui, prima di mangiare prelibatezze del posto oppure al termine di una cena romantica, si possono gustare diversi cocktails e, il più caratteristico, potrebbe essere proprio il Monty’s. Preparato con tequila, liquore di pesca e succo di limone si addice ad ogni occasione.

Un locale con vista mozzafiato, praticamente a picco sul mare per ammirare la bellezza del tramonto, è sicuramente il Rock Bar di Bali in Indonesia, che propone nella propria lista cocktail il Rockatonic, preparato con gin d’infuso di fichi, bitter all’arancia, fichi secchi, acqua tonica e vermouth bianco.

Per una serata più movimentata, con possibilità di avvistare qualche VIP, consigliatissimo il Can Vent di Formentera, adatto per qualsiasi occasione: colazione, pranzo, aperitivo, cena ed anche per il “bicchiere della staffa”, ovvero l’ultima bevuta prima di congedarsi dalla propria compagnia. Davvero variegata la lista cocktails, in cui figura anche un Malibu Beach preparato con liquore Malibu, ananas, arancia, sweet & sour. I colori, che variano dal giallo al rosso e arancione, fanno molto estate: il drink è anche apprezzato per via della sua leggerezza ed il basso contenuto alcoolico.

Per chi si trova dall’altra parte del mondo, in Australia, deve passare dalla rinomata località di Bondi ed andare a trovare i gestori del Bondi Beach Magaluf. Un’infinita distesa di sabbia color oro per potersi, di sera, sdraiare con i propri amici e guardare le stelle sorseggiando il Bondi Mule. Liquore alle erbe, ginger beer, una fettina di lime e dello sciroppo di zucchero.

Un altro posto con vista sul mare, che si addice molto per passare una notte di San Lorenzo diversa dal solito, è in Grecia: a Santorini, infatti, va molto di moda il Katharos Lounge Meze Bar. Dal mix fra vodka, frutto della passione, succo d’ananas e lime è nato il Katharos Paradise: il nome stesso, inoltre, “strizza l’occhio” al panorama naturalistico in cui è inserito il locale, meta di tantissimi giovani durante le serate più calde e belle dell’anno.

Una location diversa dal solito, nel senso che è affacciata su un piccolo lago, è il Lagoa de Arituba nello stato brasiliano di Rio Grande. I tanti locali presenti sulla spiaggia si differenziano da tutti gli altri per l’offerta di bevande non alcoliche, costituite solamente da latte di cocco. Una proposta che rispetta la tradizione e che trova il placet da parte dei turisti che, ogni anno, affollano la spiaggia.

A Venice Beach, quartiere della parte ovest di Los Angeles, ci sono una miriade di locali fra cui scegliere per passare una notte di San Lorenzo indimenticabile e, uno fra questi, è sicuramente il Venice Ale House. Oltre ai classici cocktail mainstream, come l’intramontabile Mojito o lo storico Bloody Mary, si possono trovare delle vere e proprie “chicche”, come l’Hardbiscus, composto da the all’ibisco “home made”.

Rimanendo vicini all’Italia, nell’isola di Malta, ci sono diversi locali con vista e, uno fra i più in, è il Sea View Bar che si distingue dalla massa servendo mocktail, bevande rigorosamente analcoliche realizzate utilizzando frutta fresca pensate per chi preferisce bere cocktail leggeri e naturali. Fra i drink che vanno per la maggiore, scelti specialmente da coppie di fidanzati, è il Cuddles on the Beach preparato con succo d’arancia e mirtillo e sciroppo di pesca.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: