Originalità e coraggio nella guida del “Doctor Wine”

È stata presentata in due domeniche consecutive, il 14 ottobre a Milano e il 21 a Roma, l’edizione 2019 della Guida essenziale ai vini d’Italia curata da Daniele Cernilli, aka Doctor Wine. Evitiamo la consueta declinazione delle classifiche – trovate i migliori punteggi e i premi speciali sul sito doctorwine.it – e ci dedichiamo al libro come tale.

Non enciclopedica, di dimensioni compatte (“solo” 650 pagine) rispetto ai tomi cui siamo avvezzi, tradotta in inglese e – da quest’anno – anche in tedesco, la pubblicazione di Cernilli si caratterizza come una guida laica, coraggiosamente schierata dalla parte dei vini e dei viticoltori di qualità, a prescindere dalle loro convinzioni enologiche e ideologiche. Così, in questa quinta edizione, troviamo premiato con il punteggio massimo (100 centesimi) un classico come il Sassicaia 2015, ma tra gli immediati rincalzi ci sono etichette nient’affatto scontate: si pensi, per esempio, al Collio Friulano M 2017 di Schiopetto, o al Primitivo di Manduria Es Riserva 2014 di Gianfranco Fino, entrambi onorati da un sonante 98.

Grande attenzione è data al rapporto qualità/prezzo, tanto che al premio per il miglior punteggio si affianca una classifica comprendente altre dieci etichette, da comprare subito tra i 6 e i 9 euro a bottiglia. Sono 670 in tutto i vini  sotto i 15 euro, di qualità notevole e alla portata di molte tasche, segnalati dal Doctor Wine con il pollice alzato.

Daniele Cernilli

Chi lavora per la Guida essenziale non chiede quasi mai bottiglie ai produttori – anzi, a volte le compra (altro elemento assai inconsueto) – e assaggia in giro, al Vinitaly, alle anteprime, come degustatore nei concorsi, visitando aziende e parlando con i vignaioli. Non sono, queste, dichiarazioni di mero principio del curatore: in tal senso, infatti, chi scrive ha raccolto varie testimonianze di produttori citati nella guida… a loro iniziale insaputa, il che ci piace parecchio.

Così come ci piace che a quasi 64 anni – più della metà dei quali trascorsi nel mondo del giornalismo enogastronomico d’alto livello – il decano Cernilli non agisca da Grande Fratello, ma si avvalga di collaboratori tanto indipendenti da essere, talvolta, colleghi e insieme concorrenti, come nel caso di due autori storici di Intravino. Il risultato: una guida utile ed essenziale non solo nel titolo, che se da un lato ci ricorda l’elevata qualità di qualche etichetta arcinota, dall’altro ci fa scoprire a ogni edizione aziende nuove, magari piccole o molto piccole, con un sorprendente turn over di inserimenti.

Per tutti questi motivi ve la consigliamo.

Info in breve

Titolo: Guida essenziale ai vini d’Italia 2019
A cura di: Daniele Cernilli alias Doctor Wine
Editore: MD Comunication srl, Roma
Pagine: 653
Prezzo: € 18,00, acquistabile direttamente qui e, a breve, in librerie, edicole e negozi online

Tag:, , , , , , , , , ,
Previous Post Next Post

Commenti

    • daniele cernilli
    • 10 novembre 2018

    Grazie mille per questa straordinaria recensione

    • Luca Amodeo
    • 12 novembre 2018

    Grazie a lei per averla apprezzata, gentilissimo dottor Cernilli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

18 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: