Il polpo Paul come Francesco Arca

Il polpo “veggente” Paul è stata sicuramente la cosa più divertente di questi stranissimi Mondiali in Sudafrica, singolari quanto noiosi, ad un certo punto (vedi la finale). Divertente anche perché da un popolo così pragmatico come quello tedesco, chi si aspettava una napoletanata (con tutto il rispetto per i napoletani) come quella di far fare il mago ad un polpo?? Più comprensibili i latini spagnoli, che hanno tolto il polpo dai loro menu, per non recare offesa a Paul e darsi un po’ alla scaramanzia. Che ha funzionato.

Ma con la notizia che il talent scout Lele Mora, dopo il da me ammiratissimo Francesco Arca, Simona Ventura & co, sia interessato a fare da PR a Paul, caldeggiando già presenze televisive e serate in discoteca, non posso che dire che non abbiamo più speranze di trovare in televisione qualcosa che sia mentalmente accattivante, se non stimolante. Fortuna che è tornato Chicco Mentana, su La 7…

Paul, ti prego, non farti irretire da luci e lustrini, non diventare un tronista e nemmeno un opinion leader de La prova del cuoco. Resta nel tuo acquario ed incrocia i tentacoli… Il più bel regalo che ti possano fare è ridarti la libertà nel mare, oppure, alla mal parata, finire in una prelibatissima ricetta di uno chef-star e gustato da chi davvero se ne intende… Ma Lele Mora, no. Fallo per tutti noi gourmet romantici.

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: