Gli anniversari da non perdere a Vinitaly 2018

È decisamente un’impresa impossibile dirvi cosa vedere o non vedere a Vinitaly, in programma dal 15 al 18 aprile a Verona. Dovete arrivare con le idee ben chiare di cosa volete approfondire, per regione, per tipologia di vino, per cantine: fatevi una lista e contate che in ogni stand come minimo trascorrerete 20 minuti, la media è molto di più, almeno mezzora.

Quello che invece posso segnalarvi sono gli anniversari da non mancare, perché proporranno qualcosa di speciale.

Per celebrare i 150 anni di Villa Russiz, in collaborazione con Scriptorium Foroiuliense, l’appuntamento è lunedì 16 aprile allo stand del Vinitaly di Villa Russiz (Padiglione 6 – stand C5) alle ore 11.30 per scoprire tutte le novità della cantina riservate per questo incredibile anniversario.

Quella 2018 si preannuncia per Col Vetoraz un’edizione di Vinitaly tutta da ricordare. L’azienda vinicola di Santo Stefano di Valdobbiadene fondata nel 1993 da Francesco Miotto, Loris Dall’Acqua e Paolo De Bortoli  giunge infatti quest’anno al traguardo dei suoi primi 25 anni ai quali brinderà in grande stile.

Il tempo vola….commenta l’enologo e socio Loris Dall’Acquae questi 25 anni sono stati densi di impegno e passione; aver contribuito alla crescita della nostra terra ci rende orgogliosi.”

Per celebrare questo importante anniversario é stata realizzata in edizione limitata una speciale magnum di Superiore di Cartizze impreziosita da un decoro in brillanti originali Swarowski che la rende un vero e proprio gioiello e pezzo da collezione. La bottiglia verràconsegnata a partire da Vinitaly, e poi successivamente nei mesi, a 25 personaggi che, secondo l’azienda, si sono particolarmente distinti nel proprio settore professionale.  

Tra i primi ad essere omaggiati, nella giornata di Martedì 17 Aprile 2018 presso lo stand Col Vetoraz saranno gli chef emergenti Isabella Potì e Floriano Pellegrino del ristorante Bros di Lecce. Isabella, pastry chef a soli 21 anni è stata inserita dalla celebre testata economica americana Forbes nella listaForbes 30 Under 30 per la categoria “The Arts”, che la considera tra i trenta giovani europei emergenti nonché una delle dieci donne più influenti della cucina italiana. Floriano Pellegrino, 28 anni, titolare del ristorante Bros di Lecce e suo compagno di vita, é sempre secondo Forbes, annoverato come uno degli chef europei più influenti. 

Lunedì 16 e Martedì 17Aprile 2018inoltre vedranno l’ormai consueta presenza dell’amico e chef Enzo De Prà del Ristorante Dolada di Plois di Pieve d’Alpago (Belluno) – 1 stella Michelin, indiscusso interprete fuoriclasse del territorio che per l’occasione, con il contributo dell’azienda trevigiana Caviar Giaveri, presenterà in assaggio il ‘Caviale ed erbe spontanee in green cocktail’.

Piatti come gioielli, dove le perle di caviale incontreranno il perlage elegante degli spumanti Valdobbiadene DOCG Col Vetoraz.

Come ogni anno alla postazione di Col Vetoraz sarà in degustazione l’intera gamma di spumanti; il VALDOBBIADENE DOCG Superiore di Cartizze, il VALDOBBIADENE DOCG Millesimato dry, il VALDOBBIADENE DOCG Brut, il VALDOBBIADENE DOCG Extra Dry e il VALDOBBIADENE DOCG Brut ‘Dosaggio Zero’, ognuno dei quali espressione del grado più elevato di eccellenza all’interno della DOCG, area nella quale Col Vetoraz continua a detenere un primato distintivo per l’alto livello qualitativo della sua produzione.

La FIVI al Vinitaly a 10 anni dalla fondazione con uno spazio che cresce: 158 vignaioli presenti. Per l’anniversario una degustazione speciale con Slow Food. Area FIVI: Padiglione 8 – stand B8/B9, C8/C9, D7/D9, E7/E9. Saranno 158 i vignaioli FIVI presenti nello spazio collettivo del padiglione 8 del Vinitaly. Una presenza che cresce di ben 42 unità rispetto allo scorso anno, quando i vignaioli erano 116. Cresce di pari passo anche lo spazio espositivo che passa da 640 a 830 metri quadri. Quella di quest’anno sarà la quarta partecipazione per la Federazione dei Vignaioli Indipendenti e l’occasione per celebrare i 10 anni di attività. “Dieci anni sono un bel traguardo – dichiara Matilde Poggi, Presidente FIVI – ma sono convinta che saranno solo i primi di una lunga vita per la nostra realtà. Sono stati anni intensi che ci hanno visto portare avanti e combattere molte battaglie a livello istituzionale sia a Roma che a Bruxelles. I successi raggiunti hanno fatto crescere la nostra credibilità tra le istituzioni, il pubblico e tra i produttori. È per questo che sempre più vignaioli aderiscono alla nostra associazione e partecipano ai nostri eventi”.

Per festeggiare il traguardo del decennale è prevista una degustazione organizzata da Slow Food. Mercoledì 18 aprile alle ore 11 in Sala Iris (Palaexpo, ingresso A1 piano -1) Matilde Poggi e GiancarloGariglio, curatore della guida Slow Wine, condurranno una degustazione dedicata ai primi vignaioli che credettero nell’associazione: Paolo Saracco con il Moscato d’Asti 2017; Manni Nössing con il Kerner 2016, Peter Dipoli e il suo Voglar 2014; Vigneti Massa con il Derthona Montecitorio 2011; Les Crêtes e il Fumin 2008; Villa Bucci con il Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Ris. 2008; Pieropan con il Soave Cl. Calvarino 2008; Tenuta di Valgiano con il Colline Lucchesi Tenuta di Valgiano 2008. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti che vanno prenotati alla mail s.ricciardelli@slowfood.it.

Marco Capitoni festeggia i 20 anni e per l’occasione troverete in degustazione tutte le annate di Frasi Orcia Doc. Un vino interessantissimo, di cui assaggiare tutte le sfumature. Una super occasione a Vinitaly, da non perdere.

L’azienda MONTEVERRO (Padiglione 9, Stand D 17) festeggia i 10 anni della prima vendemmia (2008 – 2018). Lunedì 16 Aprile saranno presenti allo stand  i proprietari, Julia e Georg Weber, che hanno il piacere di invitare a un’esclusiva verticale per onorare questo traguardo.

Le Donne del Vino festeggiano 30 anni. Domenica 15, in programma vari appuntamenti:

ore 13.15 – Padiglione 6 Spazio Regione Friuli VG

Incontro con Le Donne del Vino

Il Friuli Venezia Giulia brinda al trentennale de Le Donne del Vino

ore 14.30 – Fra i padiglioni 11 e 12 Repubblica Forum

Presentazione Guida D-WINE del quotidiano la Repubblica con Le Donne del Vino

ore 15.00 – Sala Tulipano Palaexpo, piano meno 1

“LA MAGIA DELLE VIGNE VECCHIE: Le Donne del Vino presentano vini da viti anche di ottant’anni” degustazione guidata da Ian D’Agata

Padiglione 9 (Toscana), Stand D12 – D13. Le coordinate per trovare a Vinitaly i produttori di Vino Nobile di Montepulciano presso lo stand del Consorzio che li riunisce sono sempre le stesse per raggiungere simbolicamente la toscana espressa dalla città e dal territorio di Montepulciano. Lo stand infatti offrirà ai visitatori gigantografie del paesaggio e delle bellezze artistiche del territorio, nell’anno in cui tra l’altro si festeggiano i 500 anni dalla posa della prima pietra di uno dei simboli della città toscana, il Tempio di San Biagio. Allo stand oltre che presso le postazioni delle aziende presenti in forma diretta (venti in tutto), i visitatori potranno degustare il Vino Nobile di Montepulciano, il Rosso e le Riserve al banco d’assaggio consortile che rappresenterà l’intera denominazione.

30 anni di Vino Nobile. E’ il titolo della degustazione storica che il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano ha programmato a Verona lunedì 16 aprile, alle ore 15 (sala C – Pad 10 piano I). Il sottotitolo dell’evento è “L’evoluzione del Sangiovese a Montepulciano”. La degustazione attraverserà la produzione dividendola in tre decadi: 1980-1990; 1990-2000; 2000 fino alle ultime annate. Con la guida dell’enologo Lorenzo Landi e del giornalista Gianni Fabrizio, un viaggio alla scoperta dei cambiamenti e delle evoluzioni dell’invecchiamento del Vino Nobile di Montepulciano.

Il mercato. Vinitaly sarà anche l’occasione per confrontarsi con il mercato italiano e internazionale , un mercato che conformemente alla tendenza degli ultimi anni, anche nel 2017 si è confermato verso l’export con una quota destinata all’estero pari al 78 per cento di prodotto, mentre il restante 22% è stato commercializzato in Italia. Per quanto riguarda il mercato nazionale le principali vendite sono registrate in Toscana per il 48%, dato al quale si aggiunge il 17 per cento delle vendite al Centro. Al Nord è stato venduto il 14% del totale, mentre continua la sua crescita (nel 2017 del 2%) toccando quota 20 per cento la vendita diretta in azienda. Per quanto riguarda l’estero si assiste a una torta divisa a metà tra Europa e paesi extra Ue. La Germania si conferma il primo mercato del Nobile con il 44,5 per cento della quota esportazioni. Il secondo Paese di riferimento è quello degli Stati Uniti che segnano ancora una crescita rispetto al precedente anno arrivando nel 2017 arrivando a rappresentare il 21,5 per cento dell’export del Nobile. Successo anche per i mercati asiatici ed extra Ue con oltre il 7 per cento delle esportazioni. Il Vino Nobile è apprezzato anche in Svizzera dove raggiunge il 16 per cento.

 

 

Occasioni senza anniversario…

Se siete appassionati di mixology, fate un salto allo stand delle Distillerie Bonollo Umberto (PADIGLIONE 5 – STAND G3) per scoprire Gra’it, la prima grappa creata per essere protagonista del bere miscelato. Provatela nei cocktail proposti dalla bartender Giorgia Crea, vincitrice della Gra’it Challenge (USA), la prima competizione internazionale che ha avuto come protagonista la Grappa in miscelazione, e Brand Ambassador di Gra’it.

Il Consorzio Tutela Morellino di Scansano organizza un’interessante master class, in programma lunedì 16 aprile, alle ore 11, nella sala degustazione C situata al 1° piano, Hall 10.

Attraverso l’assaggio di undici vini di otto diverse annate, dal 1990 al 2017, sarà possibile scoprire in un sorprendente percorso nel tempo i tratti tipici del Morellino di Scansano.

Tag:, , , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: