Cantine d’Italia 2017”: la guida e i premi

par Mercredi, Novembre 30, 2016

MILAN, 30 novembre – Presso l’hotel Michelangelo è stata presentata questa sera l’edizione 2017 par Vignobles d'Italie, la guida per il turista del vino edita e curata dall’associazione Go Wine.

Dans 530 les pages de publication (€ 15,00) raconte 700 cantine da visitare e ne premia 229 con le sempre più ambite “Impronte d’eccellenza”; Vin ne donne pas de résultats, mais elle suggère plus de 3.800; infine raccomanda 1.500 indirizzi dove mangiare e dormirein cantina e non. Nelle schede appaiono due nuovi simboli, pensati per l’enoturista italiano che si muove, tipicamente, nei fine settimana: le “(D)” segnala le aziende aperte di domenica, almeno al mattino; “De” indica quelle disponibili ad accogliere visitatori la domenica, ma solo previo appuntamento.

Quest’anno la guida è arricchita dalle introduzioni di Alessandro Masnaghetti, Margherita Oggero e Gianluigi Beccaria: una finestra sul vino questo il titolo della sezione di aperturaspalancata da tre importanti personaggi del giornalismo e delle cultura. Sempre nella parte iniziale del volume sono raccolti i dialoghi in cantina, originali interviste a uomini e donne del vino, fra cui Fausto De Andreis, Francesca Planeta, Riccardo Ricci Curbastro, Gavino Sanna.

20161130_220155

Sette i premi speciali assegnati da Vignobles d'Italie pour la 2017:

  • Alto Confort pour la relais aziendale al Relais Borgo Syrah presso i Tenimenti Luigi d’Alessandro (Cortona AR, Tuscany);
  • Cantine Golose per la tavola aziendale al Restaurant Aion presso la cantina Moroder (Ancona, Marques);
  • Cantine Meravigliose per l’EnoArchitettura a Sella & Mosca (Alghero SS, Sardaigne);
  • Go Wine Enocultura per l’iniziativa Gioielli in Fermento, curata da Eliana Negroni e ospitata dall’azienda Torre Fornello (Fornello di Ziano Piacentino PC, Emilia);
  • Autoctono si nasce al vino DOC Friuli Colli Orientali Schioppettino di Prepotto prodotto da Vigna Petrussa (Prepotto UD, Frioul);
  • Buono… non lo conoscevo! al vino DOP Tintilia del Molise Rosso Macchiarossa prodotto da Claudio Cipressi (San Felice del Molise CB, Molise);
  • Vini Storici d’Italia al vino IGT Salento Rosato Five Roses dell’azienda Leone de Castris (Salice Salentino LE, Puglia).
0

Pas encore de commentaires.

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *