Exportations de vin italiennes au quota 5,5 milliards d'euros

par Lundi, Octobre 19, 2015

"L'analyse des données Istat nous avons juste mis au point, stimiamo che l’obiettivo dei 5,5 milliard d'une valeur des exportations de vin en 2016 sia ormai a portata di mano».

Avec ces mots, Domenico Zonin, Président de l'Unione Italiana Vini, ISTAT a commenté sur les exportations de vin italiennes dans les sept premiers mois de l'année (Janv-mars 2015) appena pubblicati dall’Istituto di Statistica, in base ai quali le vendite all’estero segnano in valore una crescita del 6,1%, con punte di oltre l’8% delle Dop.

«Si conferma la crescita delle nostre esportazioni ormai stabilizzate sopra il +6% – spiega Ezio Castiglione Presidente di ISMEAche potranno ulteriormente accelerare a fine anno, considerando il prevedibile sprint degli spumanti nel periodo di Natale».

«A trainare il segno positivo delle nostre esportazioni vinicole sono i dati in crescita che arrivano da mercati importanti quali gli É.-U., Regno Unito e Giapponecommenta ancora Ezio Castiglioneaiutati da una inaspettata e confortante ripresa del mercato cinese che compensa in parte il crollo dell’esportazioni verso la Russia, legato a una situazione di grave difficoltà economica del Paese».

Continua in parallelo la flessione dei volumi che ha fatto registrare un -3,1%, ma non per le Dop che crescono del 5%: «Un dato sul quale dovremo lavorare nei prossimi mesiprosegue Domenico Zoninforti anche di una vendemmia eccellente come quella che abbiamo appena concluso. En ce qui concerne la Giappone si conferma un mercato strategico per il vino italiano dove il nostro export è però messo in pericolo dal protrarsi delle trattative bilaterali di libero scambio con la Ue a fronte dell’accordo raggiunto tra gli USA e i paesi dell’area del Pacifico (TPPTrans Pacific Partnership) che faciliterà gli scambi di vino tra alcuni importanti competitori come USA, Chili, Australia e Nuova Zelanda proprio verso il mercato nipponico».

0

Pas encore de commentaires.

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *