http://geishagourmet.com/2013/02/21/amarone-il-preferito-dalle-wine-lover-lo-dice-vinarius-e-lo-confermano-le-geisha-gourmet/

Amarone. Privilégié par les amateurs de vins. Il est dit Vinarius (et confirmer le Gourmet de Geisha)

par Jeudi, Février 21, 2013

appassimento_vert

Actions roses? Entre les vignobles de la Valpolicella, il n'y a besoin, parce que la présence des femmes parmi les entrepreneurs de ces collines de Vérone vins est déjà une réalité significative. Mais pas seulement. Les vins de Valpolicella sont également consommation rose. D'après une étude réalisée par Vinarius, l'Association des italiens vin, è risultato infatti che le le appassionate di Amarone in Italia sono ben più “dell’altra metà della mela”, rappresentando il 69% di chi beve il grande rosso. La loro fascia di età è compresa tra i 35 et le 50 années: donne moderne, indipendenti e di carattere, che dimostrano con le loro scelte di essere anche raffinate intenditrici.

In Valpolicella le donne che sono ai vertici aziendali non sono infatti poche: tra le 180 aziende imbottigliatrici che fanno parte del Consorzio di tutela del Valpolicella il 13% ha una donna come titolare, dans 7% dei casi c’è stato un subentro generazionale da parte di donne, dans 17% delle aziende ci sono donne che occupano comunque una posizione di responsabilità nella vita e nella gestione della cantina.

In totale, le 37% delle aziende consorziate ha una «impronta» femminile. Certo non siamo ancora alla parità, ma si tratta comunque di un valore molto significativo anche perché tra le «aziende rosa» ci sono alcuni dei nomi più prestigiosi del panorama enologico della Valpolicella.

Buttando l’occhio al dato complessivo, il mondo del vino è uno dei settori dove le donne sono più presenti: sia l’Ais, l’Associazione dei sommelier, sia l’Onav, l’Organizzazione nazionale assaggiatori di vino, ne contano circa un terzo di associati donne, mentre nella Fisar, la Federazione dei sommelier, degli albergatori e dei ristoratori la percentuale sale al 45%.

C’è poi l’esempio interessantissimo delle «Donne del vino», un’associazione trasversale nata nel 1988 Il recueille plus de 700 iscritte tra produttrici, enologhe, ristoratrici, enotecarie e giornaliste. Tra queste, 19 fanno parte del Consorzio del Valpolicella, a dimostrazione che da queste parti le donne hanno a cuore non solo le sorti della loro azienda ma anche la crescita di tutto il settore enologico.

 

0
1 Réponse
  • Daniela
    Mars 18, 2014

    Salut,
    Ho visto questa foto sull’appassimento e me ne sono innamorata!
    Mi piacerebbe metterle su quadrol’avresti mica in alta risoluzione da 1 mega in su???
    Grazie mille
    Saluti dal Piemonte
    Daniela

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *