À César ce qui est à César: Francesca Negri (aka GeishaGourmet) NE pas écrire sur le Blog de vin Trentin

par Mardi, Mai 8, 2012

Après la troisième ou quatrième personne m'a dit "Oh, mais ils m'ont dit que vous écrivez sur Trentino vin Blog » j'ai décidé de faire ce court message. Pourquoi il devrait être donné à César ce qui est à César: J'ai jamais écrit sur Trentino vin Blog sauf une fois, ma ho cancellato subito dopo il post. Volevo fare ai lettori di quel blog una segnalazione di una notizia che ritenevo per loro interessante e che avevo pubblicato su Geishagourmet. Non mi ricordo quale fosse, ma visto che subito è stata presa male (come se volessi autopubblicizzarmi), ho cancellato tutto.

Sono iscritta alle loro newsletter come lo sono a tante altre, perché il mio lavoro giornalistico mi porta a essere informata. Non sono mai intervenuta su Trentino Wine Blog nemmeno con dei commenti. Non lo faccio, e gli amici di TWB lo sanno perché ho scritto loro una mail privata, perché a chi come me è abituato a firmare con vero nome e cognome e a metterci sempre la faccia, chi è abituato a trattare sempre le notizie in modo giornalistico, piace giocare con compagni che scoprono le carte allo stesso modo e stanno alle stesse regole della partita.

GeishaGourmet.com è linkato tra i blog a piè di pagina di TWB, ma è stata un’idea degli ideatori del blog e a me ha fatto piacere. Ma gli onori e le critiche di Trentino Wine Blog vanno ad altri, non a GeishaGourmet. Chi vuole leggermi mi trova qui, su A Tavola, sul Corriere del Trentino, su TrentinoMese, su Trentio Tv Tca con DOP – Territoires excellents, ogni tanto su Il Mondo e sul Corriere della Sera, in libreria con i miei libri.

Sono certa che TWB apprezzerà questa mia precisazione. Dal canto mio continuerò a seguire gli amici di TWB e spero che anche loro continueranno a farlo con me e mi auguro che a breve ci possiamo anche trovare con un bicchiere di vino in mano a fare due chiacchiere, senza nickname e mascherine.

 

 

 

0
1 Réponse
  • Cosimo Piovasco di Rondò
    Mai 8, 2012

    Chère Francesca, naturalmente apprezziamo la tua presa di distanza e la tua corretta precisazione. E confermiamo che a parte quell’episodio che aveva infastidito alcuni commentatori (non noi) – se ben ricordiamo riguardava l’elezione del nuovo CdA dell’Istituto del Trento -, non sei più intervenuta sul nostro blog. Pour le reste, ci fa piacere che qualcuno ti abbia assimilata in qualche modo a noi: in fondo vuol dire che si riconosce a questo blog corsaro la qualità giornalistica che appartiene a te. Una bella soddisfazione (per noi, HEIN), Impossible de trouver?
    Noi conduciamo una battaglia, perché per noi di battaglia militante (seppure con il passamontagna) si tratta, che talvolta si incrocia con il tuo prezioso lavoro e con la tua professione: cercare di valorizzare, senza infingimenti, trine e merletti promozionali, i prodotti vitivinicoli del Trentino. Que, siamo convinti, oggi patiscono non per un loro presunto deficit qualitativo ma per un deficit politico che attiene tutto ai delicati equilibri dell’establishment trentino, appiattito com’è sulla difesa cieca di alcuni dominanti interessi di classe. Non di territorio, ma di classe. ET, da severi marxisti, ci piace reiterare questa parola: classe.
    ET’ chiaro, puis, che ci muoviamo in maniera differente da te: tu con equilibrato stile giornalistico, noi usando lo stilema mordace, e poco giornalistico, della critica corsara. Che ci ha fatto guadagnare, in pochi mesi, una lista lunga tanto così di feroci critiche. E forse anche qualcosa in più. Ci dispiace, Bien sûr, se questi veleni hanno sfiorato ingiustamente anche te.
    In quanto a bere un bicchiere, o a fumare una sigaretta, insieme, cara Francesca, è già capitato e di sicuro capiterà ancora. Sempre con il piacere, sincère, di condividere opinioni e punti di vista. Spesso fortunatamente diversi, ma ugualmente interessanti.

    F.to
    Cosimo Piovasco di Rondò
    alias
    La banda dei Cosimo&Co

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *