http://geishagourmet.com/2012/01/03/brezedel/

Brezedel

par Mardi, Janvier 3, 2012

Brazedel a été appelé dialecte Trentin un beignet de gros pain tressé, Sweet, que les femmes, de retour du marché, effectue en toute simplicité en rentrant dans le bras. La coutume voulue était un cadeau de Noël typique. Un tempo in Trentino la vigilia era osservata con digiuno e astinenza e la sera non si facevano ne cene ne cenoni. Erano sospese le veglie e i filò, scendeva sul paese una quie- te solenne e nel bel mezzo della notte si poteva scorgere alle finestre un lumicino acceso davanti al Bambino: a Natale non si facevano doni, ma a Capo- dommage. I giorni fra le due feste era tutto un fervore di preparativi, per lo più a carattere culinario. Il dono tradizionale era, Remarque, “el brazedel”, che il forno del paese continuava a sfornare. Il regalo era detto “la bona man” e alle ciambelle si accompagnava un libro, un indumento, di rado qualche oggetto prezioso.

Ingredienti per un brazedel:

kg. 1 di farina di frumento

GR. 250 de sucre

GR. 200 de beurre

GR. 200 di uvetta sultanina

3 jaunes d'oeufs

GR. 450 di latte scorza di limone grattugiata

GR. 10 lievito di birra

GR. 10 de sel

Scioglie il lievito di birra in poca acqua tiepida e impastare la fa- rina, aggiungendo il sale, il burro ammorbidito a pezzetti, i tuorli d’uovo, sucre, il latte tiepido e l’uvetta sultanina preceden- temente ammorbidita in poca acqua tiepida. Lavorare la pasta fino a ottenere una consistenza morbida ma compatta, quindi metterla su un piano, coperta da un panno, lasciandola lievitare per circa un’ora, alla temperatura di 26 degrés. Après ce laps de temps, impastarla ancora per qualche minuto e dividerla a metà, lavorando ognuna delle due parti con le mani in modo da ottenere due rotoli che vengono intrecciati fra loro e uniti in modo da formare un cerchio. Si lascia ulteriormente lievitare per altri 45 minutes, sempre a una temperatura di 26 degrés, quindi spennellare la superficie con un uovo sbattuto e cuocere in forno a 220 degrés, per venti minuti circa, fino a che la ciambella non raggiunga un colore ambrato. Il brazedel si può conservare, in luogo asciutto, anche per due o tre giorni.

0
1 Réponse

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *