Émergents meilleur Chef du Nord 2012: premier jour

par Samedi, Novembre 12, 2011

Zucche e colori d'autunno al piano nobile della Certosa Cantù

Fedele ambasciatore di Gourmet Geisha dans mio Oltrepò, Je reviens de Houston – et avant essentielle camomille – Je vais vous dire tout de suite comment a été votre premier jour des sélections. Je tire pour vous même une certaine photographie.
À demain!

Ahmed Abdelhalim

CASTEGGIO (PV), 12 Novembre – Presso i bei locali settecenteschi della Certosa Cantù si sono confrontati oggi i primi otto giovani candidati al Premio per il miglior Chef emergente 2012, ideato da Luigi Cremona con lo staff di Witaly.

Da mezzogiorno alle sette di sera, una giuria composta da giornalisti, esperti e Blogger di settore ha degustato e valutato i piatti realizzati da cuochi tutti under 30, ricchi di passione e talento. Ognuno di loro si è cimentato con due ricette, una delle quali tassativamente con la zucca, ortaggio di stagione molto apprezzato non solo in provincia di Pavia.

Gli originali ravioli di zucca di Luca Sacchi

Dedicata alla Lombardia, la prima sessione ha visto protagonisti Andrea Bertarini, Nicola Locatelli, Andrea Mainardi et Luca Sacchi (trovate i loro ritratti ici), molto abili e creativi al punto giusto. Gli ottimi risultati di questa prima batteria hanno innescato un’animata discussione fra i giurati: il prescelto per la finale è stato Andrea Bertarini, che ha preparato un raviolo di zucca classicoma fino a un certo punto, visto che la pasta era in realtà brodo di zucca addensatoe una zuppa di fagioli reinterpretata, con un sapido gelato d’acciughe e una gelatina di birra livignasca affumicata, a simulare la presenza delle cotiche.

Alla seconda selezione hanno preso parte quattro cuochi del Nord-Ovest: i piemontesi Davide Odore et Enrico Zanirato, puis Enrico Facco a rappresentare la Valle d’Aosta e, unica fanciulla, la ligure Gaya Molino (ici le loro schede). Proprio lei ha messo d’accordostavolta rapidamentela giuria, con la proposta del Fumo di zucca (una crema leggermente affumicata, con l’accompagnamento di una focaccia croccante di castagne e battuto di lardo di Sassello) e delle classicissime cozze ripiene.

Da sinistra nella foto: Enrico Facco, Gaya Molino (in festa!) ed Enrico Zanirato

La gara prosegue Dimanche 13, con l’Emilia-Romagna e il Triveneto; Lundi, 14 la finale, quando fra i quattro primi classificati sarà premiato il migliore giovane chef emergente del Nord Italia.

0

Pas encore de commentaires.

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *