http://geishagourmet.com/2010/09/27/lunita-ditalia-si-fa-nel-piatto/

L'unification de l'Italie, il est dans votre assiette

par Lundi, Septembre 27, 2010

Eh oui, Nous le disons de temps. La culture d'un peuple va peut-être principalement dans ses traditions gastronomiques, dire mieux que beaucoup de livres (ou au moins plus agréable) l'histoire d'un pays. Doit avoir le croyais trop les chefs se sont réunis à Foligno pour “Le premier de l'Italie”, manifestazione che ogni anno propone il meglio dei primi piatti dello Stivale (chiusa il 26 Septembre), che quest’anno hanno pensato bene di inventarsi per i 150 anni dell’unità d’Italia un piatto ad hoc.

La scelta è ricaduta sulla zuppa, una zuppa nazionale, realizzata con ben venti ingredienti, ciascuno proveniente da una regione italiana: un piatto nel quale hanno trovato posto non solo ortaggi d’eccellenza ma anche ingredienti inaspettati e sorprendenti come la grappa, lo zafferano ed il pistacchio. Un’ardua impresa riuscire a miscelare venti prodotti così diversi tra di loro, mais dopo un grande lavoro ed innumerevoli prove, gli chef de “Le premier de l'Italie” sono riusciti nell’intento e, per la prima volta nel nostro Paese, proprio a Foligno si è potuto assaggiare un piatto capace di far rivivere nei profumi, nei gusti e nei colori, l’essenza, la tradizione e le peculiarità della nostra così variegata e ricca Italia.
Questi gli ingredienti del piatto: Lardo d’Arnad (Vallée d'Aoste), Riz (Piemonte), Grana Bella Lodi (Lombardie), Speck (Trentin Haut Adige), Grappa (Frioul-Vénétie Julienne), Basilic (Ligurie), Radicchio di Chioggia Igp (Veneto), Zafferano (Sardaigne), Sale di Cervia (Émilie-Romagne), Rigatino stagionato (Tuscany), Olio extra vergine di oliva (Umbria), Farro (Marques), Zucchino romanesco (Lazio), Aglio di Sulmona (Abruzzes), Fagioli bianchi di Riccia (Molise), Fagioli di Sarconi (Basilicate), Pomodorino del Piennolo (Campanie), Cipolla di Tropea (Calabre), Pistacchio verde di Bronte (Sicile) ed Olive (Puglia).

Ma per chi, comme moi, non è stato a Foligno, sarà mai possibile testare questa zuppa tricolore da qualche altra parte o almeno averne la ricetta?

0

Pas encore de commentaires.

Qu'en penses-tu?

Votre adresse email ne sera pas publié. Les champs obligatoires sont marqués *