El Champagne se va a la escuela en Cop21

por Martes, Diciembre 1, 2015

Mientras que París acoge la Conferencia de las partes 21 para llegar a un acuerdo para combatir el calentamiento global, lo Champagne contribuisce allo sforzo internazionale attraverso il suo impegno pionieristico di viticoltura responsabile e sostenibile.

El calentamiento global es un hecho en Champagne: en 30 años, las temperaturas han aumentado en casi 1,2 °C e le date della fioritura e della vendemmia sono anticipate di due settimane. “Lo Champagne ha tempestivamente preso coscienza dell’imperativo climatico, era nostro dovere agire d’anticipo” ha dichiarato Vincent Perrin, Direttore generale del Comité Champagne.

Tutta la filiera dello Champagne si è mobilitata a partire dagli anni ‘80 per implementare soluzioni per la salvaguardia dell’ambiente (protocolli tecnici, strumenti, consulenza e supporto).

En 2003, la Champagne è stata la prima regione vinicola al mondo a calcolare la propria impronta carbonica e a stabilire un piano che ha identificato diversi azioni (viticoltura sostenibile, trasporto delle merci, efficienza energetica degli edifici, acquisti responsabili e partecipazione) che hanno portato a soluzioni innovative, come la riduzione del 7% del peso della bottiglia di champagne.

La Champagne in 10 anni ha ridotto le sue emissioni di anidride carbonica del 15% per bottiglia spedita ed è uno dei pochi settori ad aver ridotto le sue emissioni in termini assoluti.

Hoy, el 100% dei viticoltori della Champagne sono integrati in questo processo.

Además, l’iscrizione al Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco di “Coteaux, Maisons e Caves della Champagneincoraggia questi sforzi e dimostra la capacità del settore di preservare il suo patrimonio.

Viticoltori e Maison di Champagne sono più che mai uniti attorno ad una strategia di viticoltura sostenibile. Valorizzare i nostri vini significare innovare costantemente per trasmettere alle generazioni future un patrimonio economico ed ecologico”, concludono Pascal Férat e Jean-Marie Barillère, copresidenti del Comité Champagne.

Il Comité Champagne è l’ente semipubblico che rappresenta tutte le Maison e i viticoltori della Champagne, la regione vitivinicola francese che si estende a circa 150 km a est di Parigi. Il Bureau du Champagne in Italia è parte di una rete di uffici di rappresentanza del Comité Champagne attivi nei principali mercati del mondo.

0

Aún no hay comentarios.

Qué te parece?

Su dirección de email no será publicada. Los campos obligatorios están marcados *