Una galleta para el Papa

por Miércoles, Noviembre 11, 2015

La visita di un Papa è un evento storico e deve essere ricordata in modo speciale.

Per questo la squadra dei biscottieri e pasticceri di Prato, eredi creativi di una tradizione locale secolare, hanno deciso di mettere a punto la ricetta di un nuovo biscotto che sarà dedicato a Papa Francesco e alla sua visita del 10 novembre in Toscana. La prelibatezza sarà la protagonista diUn filo dolce”, rassegna della pasticceria e della biscotteria pratese in programma per il 14 y el 15 novembre a palazzo Buonamici.
Promossa da Confartigianato Imprese con l’assessorato alle Politiche economiche del Comune di Prato e con la Provincia, la rassegna è organizzata dal Consorzio di valorizzazione e tutela del biscotto di Prato.

I pasticceri hanno ideato e realizzato il biscotto appositamente per celebrare la visita del Papa el’idea è quella di coniugare tradizione, innovazione. Il biscotto del Papa è ricoperto da una glassa bianca aromatizzata al Vin Santo di Carmignano. Un matrimonio perfetto fra la vocazione vinicola del Montalbano, la copertura degli Zuccherini della Val di Bisenzio e il Biscotto di Prato. Si tratta di una novità assoluta, che richiama il candore della veste papale accostato al giallo della pasta del biscotto, per ricreare i colori dello stemma vaticano. I pasticceri hanno così voluto unire la sapiente tradizione maturata nel tempo con l’innovativa creatività che caratterizza un segmento artigianale di vera eccellenza, composto da un gruppo di abili professionisti che costituiscono un punto di riferimento nel panorama italiano della pasticceria.
I biscotti di Prato sono famosi nel mondo e hanno sempre viaggiato insieme ai tessuti più belli prodotti dalle industrie del territorio. Quindi cosa meglio di un biscotto – si sono detti i pasticceripuò rappresentare l’identità e il saper fare pratese. Il Biscotto di Prato (che nel resto della Toscana viene chiamato cantuccio) è il re della variegata produzione locale e vanta oggi oltre cento varianti golose.
A Un filo dolce come di consueto visitatori e turisti troveranno degustazioni, assaggi, show cooking e tante novità per il Natale. Giunta alla terza edizione la kermesse è pronta nuovamente a trasformare gli eccezionali prodotti di pasticcerie e forni in un viaggio sensoriale alla scoperta di sapori e profumi. Confermato anche in questa edizione il legame con il mondo della solidarietà e quindi il contributo per le degustazioni (5 Euro) che è destinato all’Emporio della Solidarietà della Caritas.
Tradizione e innovazione sono il filo rosso anche della collaborazione con la mostra in corso a Palazzo Pretorio Synchronicity. Chi presenterà all’ingresso di Un filo dolce il biglietto del Museo di Palazzo Pretorio avrà in regalo una piccola confezione di biscotti dedicati al Papa. Chi invece parteciperà alle visite guidate del Museo (horas 17) el 14 y 15 Noviembre, avrà, oltre alla confezione regalo, la pergamena con la ricetta del biscotto papale.

0

Aún no hay comentarios.

Qué te parece?

Su dirección de email no será publicada. Los campos obligatorios están marcados *