14 miles de millones de pasta por año

por Jueves, Octubre 30, 2014

Símbolo del producto de Pasta Made in Italy, mantiene liderazgo en el mercado global. Un producto saludable, versátil, sabroso y la comida principales nuestras mesas. Con la Pasta prodotta nel mondo nell’anno 2013, se crearon 14 miles de millones y 278 millones de comidas.

Un verdadero plebiscito, dimostrato anche dai dati dell’indagine “Gli Italiani e la Pasta” condotta da Doxa, secondo la quale casi la totalità degli italiani ama la pasta e ben il 44% di loro la consuma quotidianamente. Parliamo, Entonces, di circa 26 millones di nostri connazionali che tutti i giorni portano sulla tavola un bel piatto di pasta fumante per tutta la famiglia. Una tradizione, Entonces, che resiste nonostante i cambiamenti della società, dei consumi e dei costumi.

La pasta rappresenta, En realidad, ancora il momento di convivialità e socialità per eccellenza ed è consumata non solo fra le quattro mura domestiche ma anche fuori: el 46% degli intervistati la mangia solo in casa, ma sono ancor di più (50%) coloro che la mangiano sia in casa che fuori.

Ma chi sono gli “Heavy users” di pasta, ovvero quel 69% di italiani che la consumano almeno 4 giorni alla settimana? Per una volta si può proprio parlare di un alimento veramente trasversale in quanto piace davvero a tutti gli italiani, por ogni fascia d’età, hombres y mujeres, di ogni parte d’Italia, con percentuali che differiscono di pochissimo –solo qualche lieve accentuazione al Centro/Sud Italia e nella fascia socio-economica inferiore de la población.

Gli italiani confermano, Finalmente, di avere ben recepito e immagazzinato i consigli delle tante campagne di educazione alimentare degli ultimi anni sull’importanza della dieta mediterranea e, en particular, della pasta: la porzione media, En realidad, portata in tavola dagli italiani è leggermente inferiore ai 90 grammi, perfettamente in linea con quanto consigliato dai nutrizionisti.

0

Aún no hay comentarios.

Qué te parece?

Su dirección de email no será publicada. Los campos obligatorios están marcados *