Vino in pastiglia? L’ultima provocazione, dalla Russia con amore

by giovedì, agosto 14, 2014

A Veuve Clicquot la cosa non è piaciuta (leggi qui), ma l’idea è degna di essere riportata.

Dite la verità. Almeno una volta nella vita non vi è capitato di voler avere in borsetta o nella tasca del giubbotto il vostro vino preferito?! A me capita, di tanto in tanto, perché le liste dei vini ultimamente mi deludano invece che divertirmi. Devono aver pensato lo stesso i creativi dell’agenzia di comunicazione russa Firma e si sono inventati — solo nei sogni del marketing naturalmente — la pastiglia effervescente che, sciolta in acqua come un’aspirina, arriva in soccorso creando un bicchiere del vostro vino preferito. I creativi russi hanno pensato allo champagne, usando senza autorizzazione l’immagine della Vedova più frizzante di Francia, ma a tutti gli effetti potrebbe esserci una pastiglia per ogni vino.

Un’idea aberrante che però ogni tanto, in casi estremi, non potrebbe essere un salvagente per wine lover esigenti?!

20140814-212602-77162483.jpg

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: