http://geishagourmet.com/2013/09/30/la-fine-della-vendemmia-a-ca-del-bosco-e-come-un-film-vivi-lemozione-con-le-foto-e-il-video-dellorchestra-di-sanremo/

Al final de la cosecha en Ca’ el bosque es como una película. Experimente la emoción con las fotos y el video de la orquesta de Sanremo

por Lunes, Septiembre 30, 2013

People harvest ca del bosco

Me acordé un poco’ Krug evento hace algún tiempo. Ciertos, el esplendor y la magnificencia de la maison de Reims fueron diferentes, sino también a la noche cosecha por Maurizio Zanella al final de la cosecha en Ca’ del Bosco no era nada que hablar de algo realmente especial. Non ho visto feste del vino piùgrandiosedi questa, fino ad ora, en Italia. E non me ne vogliano gli altri produttori.

http://youtu.be/Q5oAFcPg5X8

IMG_2272

Quella che ha preso il via ieri sera alle 20 nella storica realtà della Franciacorta è l’edizione zero di un appuntamento che Zanella auspica diventi fisso. Un evento per gli amici, per chi Cadel Bosco ce l’ha nel cuore, un appuntamento per celebrare il bello della vita e delle cose belle. Del resto, stiamo parlando di un’azienda guidata da un istrione la cui citazione preferita è “Tengo gustos sencillos,Me alegro cada vez mejor”, di Oscar Wilde. E ieri sera di cose belle ce n’erano davvero tante. In primis la location, peraltro difortunavisto che inizialmente tutto doveva svolgersi tra le vigne, sotto un cielo stellato. Ma visto che il firmamento era coperto da cirri minacciosi, ecco la deviazione, a due passi dalla zona di conferimento dell’uva e dalle diraspatrici. Un capannone, che come per magia si è trasformato in una chiccosissima lounge in grado di ospitare circa 400 gente. E un’orchestra di circa 50 elementos, nientemeno che l’Orchestra del Festival di Sanremo.

orchestra di sanremo

CuvÇe Annamaria Clementi e Calvisius

Gli altri ingredienti? Magnum di Annamaria Clementi 2004 a gogo, e i piatti stellati del bravo Stefano Cerveni del ristorante Due Colombe, a pochi passi da Ca’ del Bosco, che ha avuto il compito di studiare un menu che interpretasse i prestigiosi caviali della collezione Calvisius. Il risultato sono stati piatti esclusivi come il risotto mantecato alle ostriche di Bretagna, burrata pugliese, lingotto di caviale “come un tartufo”. Todos, circondato da un’esposizione di motoscafi Riva d’epoca che facevano navigare il pensiero tra le vigne e oltre, fino alle stelle. La Riva Historic Collection è stata rappresentata innanzi tutto dall’Aquarama – il modello in assoluto più famoso e riconosciuto del cantiere Riva di Sarnico, e da altri pezzi storici realizzati interamente in mogano, tutti modelli che ancora oggi fanno sognare chiunque li veda sfrecciare nei laghi e nei mari di tutto il mondo.

Caviale Calvisius Venice Riva Historic Collection presso Ca' del Bosco (1)

 

IMG_2265

792227_10201503019371410_320690835_ofoto

Un’occasione unica, quella di ieri, per celebrare la fine della vendemmia 2013 che si è rivelata non particolarmente ricca in quantità, ma di qualità molto promettente, suggellata da un’ode al vino e alle vigne che Zanella ha voluto far suonare e cantare dall’orchestra più famosa d’Italia. La atmósfera? Da film. Chapeau.

IMG_2240

IMG_2244

0

Aún no hay comentarios.

Qué te parece?

Su dirección de email no será publicada. Los campos obligatorios están marcados *