10 ricette della nonna a base di pollo

by Thursday, September 28, 2017

Il pollo?

Si mangia in tutta Italia, in ogni regione con una sua declinazione. Ed è facile trovarlo nella tradizione di tutte le cucine regionali per molti motivi, come spiega Sergio Grasso, antropologo alimentare e food writer: “È una carne bianca, si sfiletta facilmente, cuoce rapidamente, prende tutti i sapori che gli si vuole dare senza bisogno di lunghe cotture. Inoltre i polli crescono abbastanza rapidamente e vengono allevati dalla notte dei tempi anche nei cortili delle proprie case, al contrario di altri animali. È poi una carne che si digerisce facilmente e in famiglia piace sia ai grandi che ai più piccoli”.

Vediamo adesso 10 gustosissime ricette in un viaggio che ci porta tra varie tradizioni regionali, con ingredienti (per quattro persone) e procedimento.

48296230 – cacciatori chicken with mushrooms and black olives close-up in a frying pan. horizontal top view

# 1 POLLO ALLE BARBE DI BECCO (SCORZOBIANCA) DALLA LIGURIA
È una ricetta che arriva dalla tradizione ligure, regione dove l’allevamento del pollo si perde nella notte dei tempi. L’abitudine di mangiare carne bianca si diffuse intorno al 1600 e il pollo era tradizionalmente presente sulle tavola dei giorni di festa e irrinunciabile a Natale, tanto che un antico proverbio recita “Santi sensa becco Natale meschinetto”.

Ingredients:

• 1 pollo di circa 1,5 kg
• Un dl e mezzo di olio extra vergine di oliva
• Una cipolla bianca tritata
• Uno spicchio di aglio tritato
• Un cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
• 20 olive nere
• Un bicchiere di vino bianco secco
• 750 g di barbe di becco (o scorzobianca)
• 5 pomodori maturi
• Sale e pepe qb

Proceedings:
Pulire le barbe di becco o scorzobianca, tagliando le foglie in piccoli pezzi (come per gli spinaci) e le radici senza corteccia; lavare il tutto e mettere a lessare in acqua bollente salata. Sgocciolare le barbe di becco e tenerle da parte.
Mettere in un tegame l’olio, il trito d’aglio, la cipolla, il prezzemolo tritato, la salvia e il rosmarino. Fare rosolare per qualche minuto e aggiungere il pollo, tagliato in pezzi. Dorare la carne su entrambi i lati. Versare un po’ per volta il vino e fare evaporare. Unire la polpa dei pomodori sminuzzata (privata della pelle e dei semi), coprire il tegame e cuocere per 40 minutes. Trascorso questo tempo aggiungere le barbe di becco e le olive. Regolare sale e pepe e ultimare la cottura per altri 15 minutes. Servire il pollo ben caldo, accompagnandolo con le olive e le barbe di becco lessate.

5397029 – chicken cacciatore in a red crock pot, ready to serve. shallow dof.

#2 POLLO ALLA MARENGO DAL PIEMONTE
La tradizione data questa ricetta al giugno del 1800, alla fine della battaglia vinta dai Francesi. Al termine degli scontri, per soddisfare un Napoleone affamato, secondo la leggenda, il suo cuoco avrebbe cucinato un pollo insieme a pochi altri ingredienti reperiti sul luogo in quel momento, including, oltre ad un pollo, gamberi di fiume, pomodori e uova. Seppure improbabile dal punto di vista storico, questa ricetta resta un gustoso ricco secondo piatto della cucina piemontese di cui esistono moltissime varianti. Si serve spesso accompagnato da crostoni di pane e uova fritte.

Ingredients:
• 1 pollo di circa 1 kg
• 2 cloves of garlic
• 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
• 300 g di funghi champignon
• Mezzo litro di vino bianco
• 4 Gamberi di fiume
• Sale e pepe qb
• 1 cucchiaio di olio evo
• 3 cucchiai di farina
• 500 g Pomodori pelati

Proceedings:
Tagliare il pollo in pezzi e infarinarlo leggermente su tutti i lati. Pulire e tagliare i funghi finemente.
Scaldare l’olio in padella con i due spicchi d’aglio, mettere il pollo e rosolarlo. Sfumare gradualmente con del vino bianco, salare e pepare.
Nel frattempo passare i pomodori pelati e aggiungerli al pollo, una volta evaporato il vino. Fare cuocere per circa 20 minuti con il coperchio.
Aggiungere i funghi e lasciar cuocere per altri venti minuti. Nel frattempo far bollire il vino restante e cuocere i gamberi per circa 5 minutes. Scolarli e aggiungerli al pollo. Mix, aggiungere il prezzemolo tritato e ultimare la cottura (about 5 minutes).

28503784 – pollo alla cacciatorameanshunterin italian. in cuisine, alla cacciatora refers to a meal preparedhunter-stylewith tomatoes, onions, herbs, often bell pepper, and sometimes wine.

#3 “POLASTRO IN TECIA” DAL VENETO
Letteralmente in dialetto veneto significa “pollo in padella”, è una preparazione semplice ma che non rinuncia al gusto pieno e saporito che caratterizza i piatti della cucina veneta. Generalmente si serve accompagnato da un piatto di polenta.

Ingredients:
• 1 pollo di 1 kg
• 1 cucchiaio di olio
• 2 cucchiai di burro
• 400 g di pomodori pelati
• 200 g di funghi champignon
• 125 ml di vino bianco secco
• 1 Onion
• 1 carrot
• 1 stick of celery
• Cannella e chiodi di garofano in polvere qb
• Sale e pepe

Proceedings:
Tagliare il pollo in pezzi e far rosolare in un tegame con olio e burro, trito di cipolla, sedano e carota. Girare spesso e far cuocere da ogni lato, aggiungendo sale, pepe,cannella e chiodi di garofano. Bagnare con il vino e lasciare restringere il sugo di cottura per pochi minuti. Nel frattempo pulire e tagliare i funghi e sminuzzare la polpa dei pomodori. Aggiungere funghi e pomodori nel tegame, salare nuovamente, abbassare la fiamma e proseguire la cottura per 40 minutes. Se necessario, durante la cottura, aggiungere acqua bollente.

#4 GALANTINA DI POLLO O POLLO “IN GELATINA” DALLA LOMBARDIA
Una ricetta sempre attuale ma dal sapore vintage, un piatto semplice, della tradizione povera, che non necessita di contorno, da portare in tavola nei giorni di festa o da preparare con del pollo lesso avanzato il giorno prima. Questa versione è stata realizzata da Adriana Fusé del blog Ricomincio da quattro.

Ingredients:

• 1 pollo intero di 1 kg
• 2 potatoes
• 3 carrots
• 2 eggs
• 1 pepper
• capperi a piacere
• olive nere
• maionese
• prosciutto cotto
• sott’aceti a piacere
• sale, pepe
• 25 g di gelatina in fogli
• Foglie di alloro o insalata per decorare

Proceedings:
Pulire bene il pollo. Riempire una pentola di acqua fredda, aggiungere carote, celery, potatoes, sale e il pollo, bring to a boil. Lessare il pollo per circa 45 minutes. Quando è pronto toglierlo dal brodo, farlo raffreddare, disossarlo e tagliarlo a “straccetti”.
Filtrare il brodo e farlo raffreddare poi conservarlo in frigo. Usare le verdure cotte nel brodo per le decorazioni. Tagliare le carote a listarelle, le patate a cubetti e il sedano usarlo solo se piace anche cotto. Rassodare le uova e tagliarle a dischi spessi.
Tagliare il peperone prima a strisce poi a cubetti. In una pirofila di vetro disporre sul fondo le uova e le verdure a piacere. Potete fare un primo strato di verdure creando dei disegni. Dopo il primo strato di decorazione versate un po’ di gelatina per fermare la decorazione. Quando la gelatina sarà soda procedete con gli altri strati.
Aggiungere uno strato di pollo, poi verdure e così fino a riempire la pirofila. Ricoprire tutto con la gelatina preparata come indica la confezione, usando il brodo filtrato al posto dell’acqua. Coprire con la pellicola trasparente e mettere il pollo in gelatina in frigo per 6/8 ore a rassodare. Prima di servire sformare il pollo e decorare a piacere il piatto da portata.

#5 POLLO IN UMIDO DALLA TOSCANA
Ogni regione d’Italia ha la sua ricetta di pollo in umido e anche nella stessa regione le tradizioni sono diverse. In Valdarno, for example, si uniscono i rocchini, delle polpettine di sedano. In questa versione -messa a punto dal blog Jul’s Kitchenil pollo in umido si sposa con i cardi rifatti, lessati, fritti e insaporiti nel sugo di cottura.

Ingredients:
• 1 pollo di circa 1 kg, tagliato in pezzi abbastanza piccoli
• 1 carrot
• 1 Onion
• 1 celery stalk
• 500 ml di passata di pomodoro
• 1 bicchiere di vino rosso
• sale e pepe
• olio extra vergine di oliva
• 1 mazzo di cardi
• 1 lemon

Proceedings:
Tagliare il pollo a pezzi non troppo grossi. Fare un battuto fino di carota, sedano e cipolla, velare il fondo di un tegame di olio di oliva e far soffriggere il battuto.
Aggiungere dopo un minuto anche il pollo, aggiustando di sale e pepe, facendolo rosolare bene da ogni parte. Una volta che il pollo sarà ben rosolato, versare un bicchiere di vino rosso e farlo ritirare, per aggiungere alla fine la passata di pomodoro.
Lasciar sobbollire scoperto per circa un’ora, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua per aiutare la cottura. Nel frattempo preparare i cardi, lavandoli, togliendo i filamenti esterni e le parti più dure e tagliandoli in pezzetti di circa 8 cm.
Mettere a bollire dell’acqua salata in una pentola, quando bollirà buttare i cardi insieme a un limone strizzato e far cuocere per circa un’ora, finché non saranno morbidi.
Una volta ammorbiditi, passare i cardi sotto l’acqua fredda e asciugarli con della carta assorbente. Successivamente infarinarli e friggerli in abbondante olio.
A questo punto aggiungere i cardi al sugo del pollo in umido, riscaldarli di nuovo e servire tutto caldissimo, accompagnato da una bella fetta di pane toscano.

46016041 – stir fry chicken, sweet peppers and green beans. top view


#6 POLLO ALLA ROMANA CON I PEPERONI DAL LAZIO

È un grande classico della cucina romana e uno dei piatti di pollo più amati in tutta Italia – nella top five delle ricette preferite – ecco una versione che segue i dettami della tradizione.

Ingredients:
• 1 pollo di 1 kg
• 1 cucchiaio di olio evo
• 60 g di prosciutto crudo (facoltativo)
• 1 clove of garlic
• 2 foglie di maggiorana
• Mezzo bicchiere di vino bianco
• 500 g di pomodori pelati
• Sale e pepe qb
• 3 Peppers (gialli, rossi e verdi, a piacere)
• 1 Onion
• 3 pomodori

Proceedings:
Tagliare il pollo in pezzi. Versare in una padella un cucchiaio di olio di oliva e il prosciutto (grasso e magro) tagliato a striscioline. Non appena il prosciutto inizia a rosolare, mettere anche il pollo e lasciare imbiondire girandolo spesso. Aggiungere subito dopo uno spicchio d’aglio, qualche foglia di maggiorana, mezzo bicchiere di vino bianco, salt and pepper. Girare il pollo diverse volte finché il vino non si sarà asciugato e la carne rosolata a sufficienza. Versare il pomodoro e aumentare la fiamma. Versare un po’ d’acqua o di brodo se la salsa dovesse iniziare a restringersi. Cuocere per una ventina di minuti.
Nel frattempo cuocere i peperoni a parte, arrostiti alla brace o su un fornello; poi metterli in una bacinella con dell’acqua per una pulizia completa e per eliminare la pellicola carbonizzata. In una padella far rosolare una cipolla tagliata a fettine sottili. Non appena dorata versare tre pomodori a pezzi, pelati e senza semi. Aggiungere dopo qualche minuto i peperoni tagliati a pezzi e un po’ di sale. Cuocere per una ventina di minuti e poi passare i peperoni nel recipiente del pollo per far insaporire e ultimare la cottura.

Source: La Cucina Romana di Giuliano Malizia

#7 POLLO ALLA FRANCESCHIELLO DALL’ABRUZZO
In Abruzzo la ricetta è nota, anzi regale, sembra infatti che una delle più famose (e golose) preparazioni di pollo in umido sia stata ideata da un cuoco in onore dell’allora Re di Napoli Francesco II. La particolarità del piatto sta tutta nell’aggiunta della giardiniera sottaceto che viene unita al pollo qualche minuto prima che la cottura sia ultimata. Questa versione è del blog Diario di una Passione per il blog wilpollo.

Ingredients:
• 1 pollo da 1 kg tagliato a piccoli pezzi
• 1 rametto di rosmarino
• 1 clove of garlic
• 50 g di giardiniera sottaceto
• 50 g di olive verdi
• 1/2 glass of white wine
• sale pepe
• peperoncino
• olio extravergine di oliva

Proceedings:
In una padella larga scaldare l’olio e rosolarvi bene da tutte le parti il pollo a pezzetti.
Salare e pepare, aggiungendo aglio, rosmarino e peperoncino. Far cuocere bene quindi sfumare con 1/2 a glass of dry white wine. Continuare la cottura fino a quando il pollo non è cotto, ci vorrà una quindicina di minuti. Poco prima della fine della cottura togliere l’aglio e il rosmarino e aggiungere i sottaceti scolati. Cuocere ancora per un paio di minuti e servire molto caldo.

14350869 – tasty grilled chicken with vegetable and herbs

#8 POLLO IN POTACCHIO DALLE MARCHE
Un succoso spezzatino di carne cotto in olio con rosmarino, in un intingolo denso: il potacchio marchigiano. Il termine entrò nell’italiano del ‘500 e si fa risalire al francese potage, ‘zuppa’. La deriva semantica ci restituisce un pollo rosolato con un fondo di cottura cremoso e profumato che invoca la scarpetta.

Ingredients:

• Un pollo da 1,5 kg
• 3 cloves of garlic
• 3 sprigs of Rosemary
• 3 cucchiai di conserva di pomodoro
• Olio evo q.b.
• Vino bianco secco q.b.
• Sale e pepe qb

Proceedings:
Tagliare in pezzi il pollo e far rosolare per qualche minuto a fuoco alto da ogni lato in una casseruola con olio evo, gli spicchi d’aglio schiacciati e il rosmarino. Sfumare con del vino bianco secco e lasciare evaporare. Aggiungere il pomodoro e coprire con un coperchio. Lasciare cuocere per circa 30 minutes. Se necessario aggiungere un po’ d’acqua o di brodo. Aggiustare di sale e pepe. Servire il pollo caldo con il sugo di accompagnamento.

4502984 – pollo agli agrumi. italian chicken with orange sauce.

#9 POLLO AGLI AGRUMI DALLA CALABRIA
Il pollo è un ingrediente che compare spesso nella cucina tradizionale calabrese, dai petti di pollo al limone al pollo con salsiccia di maiale e acqua di mare. In questa ricetta protagonista il petto con una marinatura agli agrumi, in un’esplosione di sapori.

Ingredients:

• 4 fettine di petto di pollo
• 1 Onion
• 1 cucchiai di aglio tritato
• 2 oranges
• 1 lemon
• Origano qb
• Peperoncino qb
• Sale qb
• 1 cucchiaio di olio evo
• Burro qb

Proceedings:
Mettere i petti di pollo in una ciotola e mescolare con dell’aglio tritato, una cipolla a spicchi, la scorza di mezza arancia, il succo di un’arancia e di un limone, il peperoncino tagliato a rondelle, mezzo cucchiaino di origano e il sale. Coprire il recipiente con il pollo e la sua marinatura e conservare in frigo per almeno 6 -7 hours. Mettere poi il pollo scolato in un tegame e rosolare con olio e burro a fiamma vivace per qualche minuto. Abbassare poi la fiamma e cuocere per circa 20 minutes, Turning from time to time. Servire i petti accompagnati da una salsa all’arancia e scorze a piacere.

34457945 – chicken drumsticks prepared for roasting in a pan with vegetables on a wooden background

#10 POLLO ALLA NISSENA DALLA SICILIA
Arriva dalla Sicilia questa ricetta di pollo al forno che prevede una panatura con caciocavallo, ma sull’isola sono diverse le ricette tradizionali con protagonista il pollo, come il pastizzu di jaddina (pasticcio di pollo) in cui è forte la contaminazione araba, o le arancine di riso che arrivano dall’arte arabo normanna e che nell’antica versione prevedevano l’aggiunta di rigaglie di pollo tagliate al coltello.

Ingredients:
1 pollo di circa 2 kg
1 carrot
1 Celery (heart)
Prezzemolo tritato qb
1 Onion
100 g di caciocavallo
400 g di pangrattato
2 lemons
3 cucchiai di olio evo
Origano, sale e pepe qb

Proceedings:
Mettere in una pentola dell’acqua con la cipolla a fette, il prezzemolo tritato, la carota e il sedano a pezzetti e lessare il pollo. Nel corso della cottura aggiungere il sale. Una volta lessato, tagliare il pollo in pezzi e asciugarlo. Preparare un battuto con olio, oregano, Salt, pepe e succo di limoni. Spennellare i pezzi di pollo. Grattugiare il caciocavallo. Passare ogni pezzo di pollo nel caciocavallo e nel pangrattato. Mettere poi in forno per circa 40 minutes.

0

No Comments Yet.

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *