The Shopper a GeishaGourmet Person | Chapter 1

by Saturday, May 26, 2012

After a few days of food orgasms, caused by shops where I found extraordinary things, I have been thinking a lot about the availability of the raw material. Yes, why a GeishaGourmet who wants to dabble in the kitchen, first needs to find good work products, If not excellent. E lo sappiamo tutti molto bene che questa è una delle imprese più difficili in assoluto. In tutti questi anni, ho avuto i miei bei grattacapi a girare per città e città alla ricerca di pesci del mediterraneo, carni allevate ancora alla vecchia maniera, conserve artigianali (davvero artigianali), insalate che sappiano di insalata, pomodori dolci e non annacquati, melanzane che facessero acqua e non sembrassero piuttosto di gommapiumaLa felicità, quando riesci a trovare cose di questo genere, è pari a quella di Indiana Jones quando finalmente scova l’arca perduta. So what, eccomi qui a iniziare ad elencarvi alcuni dei miei Personal Shopper di fiducia, cercati col lanternino nel buio di un’omologazione che non fa vedere stelle, persone che con tenacia portano avanti la qualità e l’artigianalità, valorizzandola anche quando stenta a prendere piede per via di una clientela poco attenta, oppure poco disposta a spendere qualche euro in più.

Sylvie & John Franceschini | La Gastronomia Mein | Trento

Due fratelli e tutta la famiglia impegnata a proporre formaggi, salumi e rosticceria da gourmet. Qui ci potrete comperare il formaggio La Tour, la Robiola di Roccaverano, formaggi stagionati nel rhum, caprini affinati nei fiori, il prosciutto Sauris, lo speck lavorato in modo antico, delle torte ai carciofi strepitose, un salmone affettato al coltello di altissima qualità, le confetture delle Tamerici, i panettoni di Loison, etc. In addition, Sylvie è sommelier e saprà consigliarvi nel suo piccolo spazio vini con competenza e grande cortesia e simpatia, cosa che contraddistingue il servizio di questa enogastronomia che va anche servizio di consegna a casa.

Enrico Spagna | La Gnoccata | Trento

Lui è il re dei salumi emiliani. All, ma proprio tutti i piccolissimi produttori artigianali di maiale nero, culatello, mortadella etc. sono in carta: lui è un giovane maniaco dell’eccellenza assoluta, della ricerca infinita del salume perfetto e non industrializzato. Enrico, emiliano doc di Guastalla, seleziona anche i migliori Lambrusco in circolazione, dai più blasonti ai meno noti. La Gnoccata è uno spaccio con ristoro, dove i salumi venduti si possono anche consumare al tavolo con tigelle e gnocco fritto e una giardiniera da impazzire, e il bellissimo gioco delle panne cotte da farcire con aceti balsamici veri di diverse annate, mentre su prenotazione ci sono i cappelletti fatti a mano, il lesso e anche i cotechini. In autunno 2012 la proposta di ristoro si amplierà ulteriormente.

 

 

Roberto Mora | Mora frutta e verdura | Bergamo

Un piccolo mondo di cose buone, dalla melanzana striata a tutte le varietà di pomodori più pregiate che ci siano in circolazione, ma anche funghi porcini nazionali, the bread of Matera, le mozzarelle di bufala che arrivano fresche tutti i giovedì, la pasta all’uovo di un piccolo produttore bergamasco, olio e olive Presidio Slow Food, insalatine strepitose (anche già pulite) che ti fatto tornare la voglia dibrucare”, fiori di zucca croccanti da quanto sono freschi, le cipolle di Tropea che scendono dal soffitto in trecce invitanti che diconoPrendimi”, fragoline di bosco vero, svariati tipi di basilico in base a quello che ci devi fare, idem per l’aglio, e ancora le uova del Parisi, e via così, tanto che ci puoi perdere mezza giornata dentro il negozio di Mora. Che ti sa anche dire dove andare a prendere il pesce e la carne giusti, e quel negozietto nascosto dove trovare specialità liguri.

Pain de Cou Cou | Aosta

Qui si trovano i prodotti dei contadini: dalla vedura ai formaggi, piccole produzioni che non raggiungono nemmeno le enogastronomie. And then, il panettone con la mela renetta, e la famosa coppa dell’amicizia, nonché altri oggetti artigianali. Impressionante selezione di farine, da quella di mais alla Manitoba, da quella di riso a quella di castagne, tutte bio, ça va sans dire. Succo di mele di qualità extra. Una bella selezione di vini e pure gli zoccoli di legno, se ogni tanto vi va di scherzare a fare la bella olandesina 😉 .

 

Questi sono i miei primi 4 Personal Shopper. Al prossimo post, per il Capitolo 2!

0

No Comments Yet.

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *