http://geishagourmet.com/2012/01/04/o-ce-lais-o-non-ce-lais-se-cosi-preferisco-se-non-ce-lais/

O ce l’Ais o non ce l’Ais… Se così, preferisco se “non ce l’Ais”

by mercoledì, gennaio 4, 2012

Ci ho messo un po’ a commentare questa notizia perché volevo staccare con un po’ di ferie e invece mi sono trovata sommersa dalle cose da fare… Comunque, questa pubblicità dell’Ais ha fatto molto discutere:

Talmente sconcertante che c’è chi pensa non sia vera, e invece la trovate proprio qui http://www.aisitalia.it/Data/Sites/1/media/devinis/D%C3%A9pliantCorsiAIS.pdf.

Da donna, credo che nessuna di noi si riconosca in un’immagine così del lato femminile del vino (vi ricordo il mio Sex and the wine 😉 ). Questa ragazza ritratta nella nuova pubblicità dell’Ais e dei suoi corsi è:

1. assolutamente non sexy o sensuale o affascinante. E veramente troppo giovane.

2. vestita come se si fosse appena alzata oppure stesse andando in spiaggia. Orripilante…

3. Povera. Lei l’Ais non ce l’ha, ed è per questo che il bicchiere non lo sa tenere in mano… Il problema è che probabilmente non ha nemmeno un parrucchiere, un guardaroba e qualcuno che le consigli le scarpe… E che se è questa l’immagine delle donne che hanno quelli dell’Ais, andiamo bene…

Cari signori dell’Ais, se volete mettere un po’ di femminilità nella vostra associazione e se volete parlare alle donne (trend sempre più in crescita), bisogna che comunichiate in maniera diversa. Facciamo due chiacchiere se vi va, un giorno di questi. Perché non è questo il senso che le donne danno al vino e nemmeno quello che gli uomini danno alle donne che si lasciano sedurre dal piacere di Bacco.

 

0
3 Responses
  • Franco
    gennaio 5, 2012

    Premettendo di concordare sulla scarsissima opportunità della pubblicità in questione (solita donnina discinta che stritola un calice), mi permetto alcune osservazioni:
    a) Il giudizio, rigorosamente maschile, sulla fanciulla in questione (e non sul messaggio, s’intende) non può che essere diverso da quello di GG.
    b) Evidentemente il concetto di buon gusto è opinabile, perché lo “stile” dell’autrice del blog a molti (e soprattutto molte) non sembra esattamente la vetta cui ambire…

  • Ga
    gennaio 6, 2012

    Da uomo anch’io dissento con tutto ciò che Franco scrive, concordo in pieno con GG che di stile ha da insegnare a tanti, forse troppi…

  • Franco
    gennaio 9, 2012

    Che vuole, caro Ga, sarò della vecchia scuola, ma il ” leopardato ” mi hanno insegnato che proprio di gran classe non è (vedi foto sopra). Così come gli stivali alla Pretty Woman sfoggiati in alcune occasioni dalla nostra…

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: