The chef of Miss Italy is no longer. Hi Enzo Mirigliani

by Monday, September 26, 2011

The “chef” Miss Italy disappeared today, at the age of 94 years. Enzo Mirigliani, the third of six children, He was born in Santa Caterina sullo Jonio (Catanzaro) the 22 April 1917 and, little more than seventeen, It was a volunteer enlisted in the army where he remained until 1952. He also fought in Africa where, at El Alamein, ha partecipato alle vicende che videro protagonista il generale Rommel.

Sposato da 64 anni con Rosy Ragno, conosciuta a Trento, dove si trovava la sua caserma, ha due figlie, Rosaria e Patrizia. Quest’ultima lo ha affiancato nella sua attività per poi sostituirlo, ten years ago, anche se non ha mai rinunciato ai suoi consigli.

Enzo Mirigliani si è occupato di concorsi di bellezza dal 1953 dopo essersi dedicato, in Trento, con la moglie, ad una casa di moda. In 1957 gli viene affidata l’organizzazione di Miss Italia nel Trentino Alto Adige e due anni dopo diventa patron del concorso, ereditandolo da Dino Villani, creatore della manifestazione nel 1939. La prima reginetta di Mirigliani, eletta a Ischia, è stata Marisa Jossa, napoletana, mamma di Roberta Capua, Miss Italy 27 anni dopo, in 1986.

Di Miss ne ha elette 50, tanti sono gli anni che in pratica l’hanno visto alla guida della manifestazione. Di candidatesi calcolane ha selezionate almeno un milione, tutte ragazze della porta accanto, slogan tutto suo, una specie di bandiera del concorso, cioè normali, non dive o top model, ma comuni, come le dattilografe, le commesse, le impiegate, le studentesse che si incontrano sul pianerottolo di casa. Mirigliani le ha portate tutte in passerella, “principesse di un giorno” o, at least, di un anno.

In 1990, su suggerimento di Maurizio Costanzo, ha abolito le canoniche misure delle miss (90-60-90) and, quattro anni dopo, ha aperto il concorso alle donne sposate e alle mamme, oltre che a quelle straniere con cittadinanza italiana. Scalpore ha fatto nel 1996 l’elezione di Denny Mendez, unica miss di colore. “Denny ha diviso l’Italia”, scrissero i giornali (“non rappresenta la bellezza italiana”), ma altri sottolinearono: “Mirigliani sorprende ancora una volta e anticipa i tempi. Con Denny il Concorso ha abbattuto un’altra barriera”, or: “la vittoria della Mendez è la vittoria di Enzo Mirigliani”.

In ricordo del padre, emigrato negli Usa, ha ideato nel ’91 Miss Italia nel Mondo per le ragazze di origini italiane residenti abroad. Le finali dei suoi due concorsi vengono trasmesse in tv in tutti i continenti.

Ha dato vita ad altre iniziative di successo, come “Un volto per il cinema”, “Il Meeting del Cinema Mediterraneo”, il premio letterario “Donna”, “Il televolto dell’anno”, “Il Festival del Piano bar”, perfino “Il cane e il suo padrone”, ma la sua più bella invenzione è stata “La Sartina d’Italia”, protrattasi dal ’64 al ’70, una carovana in giro per dieci regioni, ogni sera uno spettacolo, con le ragazze impegnate nei teatri a confezionare abiti con la macchina per cucire davanti a famose sarte (Biki, Germana Marucelli, Wanda Roveda, Clara Centinaro); i presentatori erano Nunzio Filogamo, Mike Bongiorno, Corrado, Daniele Piombi, Nuccio Costa, ai quali si aggiungeranno poi a Miss Italia Pippo Baudo, Fabrizio Frizzi, Carlo Conti. E a cantare per le sartine c’erano gli artisti in voga, compreso un giovane Claudio Baglioni alle sue prime apparizioni in pubblico.

Di Mike Bongiorno (“quante ne abbiamo fatte insieme io e Mirigliani”, ripeteva spesso) e di Pippo Baudo potremmo parlare a lungo, tanti sono gli spettacoli che li hanno visti accanto.

Talent scout, custode del mito della bellezza italiana, fabbricante di sogni e di illusioni, animatore della manifestazione più futile e più amata, ambita e criticata, egli stesso un mito, un’istituzione, proverbiali occhi azzurri, sempre in attività, il suo concorso prima di tutto: ecco chi è Mirigliani, secondo le definizioni, over time, della stampa e dei suoi innumerevoli amici. Tutti gli hanno sempre riconosciuto di aver condotto un concorso corretto, sano, e di aver indicato, nel rispetto delle ragazze e delle loro famiglie, un modello di bellezza semplice e pulito.

Osannato dalle sue miss come un divo, conosciuto da tutti, grande carisma, nonostante che abbia sempre cercato di rimanere dietro le quinte, Enzo Mirigliani è stato il “patron” per antonomasia.

Considerato sin dagli anni ‘50 un trampolino di lancio per il mondo del cinema, e più tardi della televisione, contestato negli anni ‘70 da frange di sinistra e dalle femministe, boom televisivo dall’88 in poi con Raiuno, al di là di elogi e critiche, il concorso rappresenta l’immagine del costume dell’Italia del dopoguerra: la storia di Enzo e quasi tutta la sua vita sono stati scanditi dall’amore per questa manifestazione.

Sogni, successi, trionfi, amori: tutto è accaduto durante questo concorso, dal quale sono emersi personaggi come Sofia Loren, Lucia Bosé, Silvana Pampanini, Gina Lollobrigida, Silvana Mangano, Eleonora Rossi Drago, Gianna Maria Canale, Fulvia Franco, Giovanna Ralli, tanto per citare le più famose. Una rassegna di bellezza in cui sono stati coinvolti, come giurati o in veste di osservatori, fior di intellettuali, artisti, journalists, uomini di spettacolo, come Vittorio De Sica, Giorgio De Chirico, Carlo Carrà, Cesare Zavattini, Leonida Rèpaci, Giovanni Guareschi, Luchino Visconti, Alfonso Gatto, Sem Benelli, Orio Vergani, Giovanni Mosca, Totò, Alberto Lattuada, Arturo Tofanelli. AND, afterwards: Marcello Mastroianni, Monica Vitti, Ugo Tognazzi, Alberto Sordi, Gina Lollobrigida, Claudia Cardinale, Maurizio Costanzo, Alain Delon, Lina Wertmuller, Dino Risi, Catherine Deneuve, Giancarlo Giannini, Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, Paolo Bonolis, Giorgio Panariello. Sempre nella giuria delle finali, di recente hanno fatto la loro apparizione gli attori Bruce Willis, Sylvester Stallone, Andy Garcia.

 

Mirigliani ha ricevuto dal presidente Carlo Azeglio Ciampi l’onorificenza di Commendatore al merito della repubblica e, in Campidoglio, in Rome, il “Premio della simpatia”, istituito da Aldo Palazzeschi e Domenico Pértica. Ma il riconoscimento per lui più bello è quello del figlio di Dino Villani, Stelio: “mio padre – ha detto – non poteva riporre in mani migliori il concorso al quale teneva tanto”.

 

Memorabile è stata la festa preparata a Roma da Patrizia per i 90 anni del papà che ha riunito tante persone (“un mondo d’amore” è stata definita) alla quale sono intervenute le Miss Italia degli ultimi decenni e tanti personaggi vicini al Concorso: un omaggio al “piccolo calabrese grande gentiluomo” che del resto, nel suo peregrinare per l’Italia, è stato accompagnato da giornalisti e fotografi, molti dei qualicome una sua particolare famiglial’hanno seguito per oltre 30 years, ogni estate con lui a parlare e a scherzare fino all’alba. Uno di essi ha scritto: “Mirigliani per natura ama il benessere, ma andrebbe a vivere sotto un ponte piuttosto che compiere una scorrettezza”.

 

Tra le ragazze che hanno partecipato a Miss Italia sotto la sua gestione alcune sono diventate attrici, conduttrici televisive, show girl, modelle: Stefania Sandrelli, Ombretta Colli, Gianna Serra, Delia Boccardo, Lorenza Guerrieri, Maria Grazia Buccella, Raffaella Baracchi, Anna Kanakis, Maria Grazia Cucinotta, Roberta Capua, Mirka Viola, Simona Ventura, Alba Parietti, Federica Moro, Claudia Pandolfi, Romina Mondello, Anna Falchi, Cinzia Lenzi, Michela Rocco di Torrepadula, Martina Colombari, Anna Valle, Denny Mendez, Christiane Filangieri, Rossella Brescia, Carmen Russo, Sabrina Salerno, Milly D’Abbraccio, Pamela Prati, Cinzia De Ponti, Susanna Huckstep, Eleonora Benfatto, Gloria Zanin, Tania Zamparo, Serena Autieri, Luisa Corna, Emanuela Folliero, Mara Carfagna, Annalisa Minetti, Valentina Pace, Annalisa Mandolini, Marika Coco, Manila Nazzaro, Vincenza Cacace, Caterina Murino, Anna Safroncik, Lucina Campisi, Morena Salvino, Maria Mazza, Benedetta Mazza, Roberta Giarrusso, Ilary Blasi, Ilaria Spada, Anna Gigli Molinari, Erika Pintore, Elena Ossola, Roberta Morise, Sabrina Passante, Maria Pia Aricò, Sara Brusco, Donatella Salvatico, Monica Riva, Desy Lucini, Eleonora Pedron, Francesca Chillemi, Lucia Galeone, Federica Nargi, Barbara Matera, Chiara Perino, Arianna Marchetti, Elisa Silvestrin, Chiara Edelfa Masciotta, Claudia Andreatti, Cristina Chiabotto e Miriam Leone. Le ultime due hanno debuttato in televisione con successo quando ancora erano “in carica” come Miss Italia.

0

No Comments Yet.

What do you think?

Your email address will not be published. Required fields are marked *