Wein 2.0

von Freitag, Mai 15, 2015

Wine2wine hat eine Umfrage über aktuelle Trends im e-Commerce Thema Lernen getan..

Wurden gesammelt über 450 Antworten von italienischen Weingüter im gesamten Staatsgebiet zu verbreiten.

  • Die 65% Weingüter, die Befragten nicht online verkaufen, die 35% Wer online verkauft macht es ausschließlich über ihre Website in 51% der Fälle, Während einer 22% si appoggia a siti specializzati. Die verbleibenden 27% opera già su entrambi i fronti.
  • Dal punto di vista geografico, le cantine più attive sono quelle di Toscana, Lombardei, Abruzzo e Sicilia.
  • Sotto la media sono invece i produttori di Emilia Romagna, Trentino A.A., Veneto e Piemonte.

Die “ragionidi chi non vende on-line:

  • Mancanza di focus e know how.
  • Conflitto tra l’e-commerce ed i canali di vendita tradizionali.
  • Diverse cantine dichiarano di preferire ancora la relazione diretta con la propria clientela.
  • Schließlich, sono molte le cantine che hanno dichiarato di essersi già attivate per vendere on-line e di essere quasi pronte ad iniziare.

 

Risultati dell’indagine

Die 35% delle cantine intervistate ha dichiarato di vendere on-line.

Le cantine che vendono on-line lo fanno principalmente attraverso il loro sito aziendale (51%) o utilizzando sia il loro sito sia siti specializzati (28%). In 22% dei casi le cantine si rivolgono unicamente a siti specializzati.

Siti utilizzati per vendere on-line

sondaggio-siti-utilizzati-2

 

 

 

 

 

Di seguito riportiamo l’elenco dei siti specializzati più utilizzati indicati in ordine di numero di citazioni:

Svinando

Wineverse

Tannico

Vinix

Winetowine

Winezon

In 42% dei casi il canale delle vendite on-line rappresenta il 2-3% del fatturato annuo totale, Während in 21% dei casi questa percentuale aumenta oltre il 10%.

% vendite on-line su fatturato 2014

sondaggio-vendite-su-fatturato-2

 

 

 

 

 

Jenseits der 40% delle cantine che già vendono on-line si aspetta uno sviluppo rilevante per questo canale nei prossimi mesi.

Previsione per i prossimi 12 Monate

sondaggio-previsioni-12-mesi-2

 

Le cantine che hanno dichiarato di non utilizzare il canale on-line hanno riportato le seguenti motivazioni:

L’11% dichiara di essere quasi pronto a vendere online ed è in fase di affinamento degli ultimi preparativi

– Die 21% dichiara una mancanza di focus in azienda e know how

– Die 14% ritiene che questo canale sia in conflitto con i canali di vendita tradizionali

– Die 13% dichiara di non essere interessato a questo canale

– Die 7% dichiara una difficoltà nella gestione dei pagamenti e delle consegne

– Die 6% dichiara di non avere bisogno del canale e-commerce in quanto la propria produzione viene già tutta venduta attraverso i canali tradizionali

Tra gli intervistati ci sono alcune cantine che dichiarano di non credere nell’e-commerce, di ritenere che i tempi in Italia non siano ancora maturi, di non avere ancora trovato il giusto partner online o di continuare a preferire il contatto diretto con il cliente.

 

Caratteristiche del campione

Composizione del campione analizzato per area geografica, numero di bottiglie prodotte e fatturato.

I dati raccolti provengono da aziende produttrici di vino di tutta Italia. Per rendere agevole la lettura dei dati della copertura geografica, si è suddivisa l’analisi nelle 4 macro aree seguenti: Nord Ovest (18,0%), Nord Est (34,0%), Centro (28,0%) e Sud/Isole (13,0%). Vi è poi un 7% di risposte dove tale informazione non è stata fornita.

Area geografica

sondaggio-area-geografica-2

 

 

 

 

 

A livello di numero totale di bottiglie prodotte il campione intervistato ha la seguente distribuzione:

Bottiglie prodotte

sondaggio-bottiglie-prodotte-2

 

 

 

 

 

 

In termini di fatturato il campione mostra invece la seguente distribuzione:

Umsatz
sondaggio-fatturato-2


 

 

 

 

 

Indagine condotta da GRS Ricerca e Strategia

0

Noch keine Kommentare.

Was denkst du?

Ihre e-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Pflichtfelder sind markiert *