http://geishagourmet.com/2013/10/13/la-mia-giornata-champagne-2013/

Mein Tag-Champagner 2013

von Sonntag, Oktober 13, 2013

Die Stärke der Champagner, die Sie auf so viele Dinge sehen. Last but not least, die Tatsache, die in ein Office Champagner in Italien investieren, Das funktioniert für die Förderung der das Gebiet und seine Produkte in unserem Land. Der Höhepunkt dieser Arbeit ist vielleicht der Champagner Tag, die in diesem Jahr fand am 7 ottobre all’Hotel Principe di Savoia di Milano. Entrate blindate per evitare la pletora di imbucati, body guard che sequestravano pass all’uscita, tripli sbarramenti di check list da sorpassare e poi eccomi, invitata per la prima volta, varcare la grande sala dove una quarantina dei quasi 400 produttori di Champagne facevano degustare massimo 3 delle loro etichette.

Natürlich, non ero lí per bere, ma per scoprire. L’intento era trovare qualche produttore a me sconosciuto che mi conquistasse. Il palato è il primo ad aver bisogno sempre di emozioni nuove.

Also, in mezzo alla folla accorsa da tutta Italia – Sommelier, Partyservice, enotecari, giornalistimi faccio strada e inizio ad assaggiare. Am Ende, tre prodotti mi lasciano un ricordo che ancora oggi, a distanza di una settimana, conservo. E mi fanno venire voglia di condividerli con voi, di farveli assaggiare.

1. Françoise Bedel & fils, Robert Winer 1996. Sa di ostrica. Di mare e salsedine. È sexy, molto sexy. La produzione è tutta bio. Non mai sentito parlare di loro ma poi scopro che questo champagne ha vinto la medaglia d’oro nel 2008 nella Top 10 Effervescentes in The word. 88% Pinot Munier, 6% Chardonnay, 6% Pinot Noir. Anche il Brut, Auf jeden Fall, non è niente male.

2. Salon 1999 Delamotte. Uno Champagne mitico, ma io non lo avevo mai assaggiato. Un solo vitigno, lo Chardonnay, per un solo vino, prodotto solo in annate speciali. Zona, Mesnil. Si fa la fila per assaggiarne un dito. Decisamente interessante. Merita che vi racconti la storia. Salon è un piccolo produttore di Champagne Blanc de Blancs molto acclamato dalla critica. Salon, insieme a Delamotte, fa parte dal 1989 del gruppo Laurent-Perrier. UND’ considerato come uno dei più grandi Champagne sul mercato. L’azienda Salon è stata fondata da Aimé Salon Eugène nel 20esimo secolo. Salon era convinto che le uve Chardonnay della zona Mesnil-sur-Oger fossero in grado di produrre vino con livelli elevati in termini di finezza ed eleganza, senza la necessità di aggiungere Pinot Nero o Pinot Meunier. A cavallo del 20 ° secolo, Salon ha iniziato a produrre una sola partita di Chardonnay, che ha condiviso in privato con gli amici. La prima annata commerciale dello Champagne Salon è stata il 1921 e alla fine del 2006, la casa ha prodotto solo 37 annate con l’etichetta Salon. Dopo la morte di Eugène Aimé Salon nel 1943, sua sorella ha ereditato l’azienda che è stata alla fine venduta alla Laurent-Perrier nel 1989. Da allora, Salon è parte integrante della Maison Salon-Delamotte. Questo Champagne viene prodotto con il marchio Salon solo in annnate particolarmente eccezionali, al ritmo di circa quattro uscite ogni decennio. Nelle annate in cui non si produce lo Salon uve vengono utilizzate per produrre champagne con il marchio Delamotte. Lo champagne Salon fa una prima fermentazione in contenitori d’acciaio per poi riposare in bottiglia a contatto con i lieviti per almeno 10 anni prima di poter essere messo in commercio. L’ultima annata prodotta (ossia la 37° dal 1921) è quella del 1999. Di seguito le altre annate finora prodotte da questa incredibile maison:
1921, 1925, 1928, 1934, 1937, 1943, 1945, 1946, 1947, 1948, 1949, 1951, 1952, 1953, 1955, 1959, 1961, 1964, 1966, 1969, 1971, 1973, 1976, 1979, 1982, 1983, 1985, 1988, 1990, 1995, 1996, 1997, 1999.

3. Petrois-Moriset. Bello. Un bel prodotto cremoso, poco dosato, esotico, sia per il Brut (50% Chardonnay, 50% Punot Noir) sia per il millesimato 2004 (100% Chardonnay). E siamo sempre a Mesnil.

20131013-121434.jpg

20131013-121444.jpg

20131013-121452.jpg

20131013-121504.jpg

20131013-121515.jpg

20131013-121533.jpg

20131013-121551.jpg

20131013-121604.jpg

0

Noch keine Kommentare.

Was denkst du?

Ihre e-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Pflichtfelder sind markiert *