http://geishagourmet.com/2013/04/14/joe-bastianich-come-mai-tu-non-muoro-mai-in-usa/

Joe Bastianich, Wie kommen Sie nie Muoro in Usa?!

von Sonntag, April 14, 2013

Lieber Joe Bastianich,
Nun, da ich gesehen habe 4 oder 5 Episoden von Masterchef Usa, Ich versicherte. In Italien haben Sie guten schlechten Charakter ziehen wie Gerichte errichtet.’ Frisbee, Sie Schifa vor alle Vorbereitungen über dem nationalen Durchschnitt und das startet die smash “Muoro wollen?”, aiutato da Crozza che ti ha reso ancora più famoso con la parodia Bastardchef. Il problema, caro Joe, è che se poi una vede la tua versione statunitense di giudice non può che farsi qualche domanda
1. Wie kommt “vuoi che muoronon lo dici mai ai concorrenti di Masterchef Usa nemmeno quando ti fanno un riso con puntine di maiale, granchio e gamberi di fiume?!
2. Come fa un gastrochic come te a giudicare prove tipo cucinare hamburger e patatine per 200 bambini? In Italia i concorrenti al massimo cucinano piatti tipici di montagna per le guide alpine
3. Come mai in Usa vai in brodo di giuggiole per una zuppa di pomodoro con toast al formaggio e in Italia non fai trasparire un filo di emozione nemmeno per ricette come questa http://masterchef.sky.it/ricette/primo/pois/ ?!
4. Com’è che i piatti in Usa non li tiri mai come frisbee, nemmeno quando il salmone che doveva essere cotto è rimasto mezzo crudo?!

È la tv, Schönheit, rechts? Alles klar, ma un personaggio deve essere coerente col suo copione: non è che puoi fare il cattivo in Italia, il buono in Usa, il severo ma non troppo in Australia, etc.!

[tube]http://youtu.be/Q7ZIunxhBPg[\tube]

In attesa di trovare risposta a questi quesiti, Joe, ti aspettiamo nel tuo Paese d’origine a giugno, quando arriverai per girare la terza edizione di MasterChef e per aprire una trattoria di lusso a Cividale del Friuli, nell’azienda vinicola Bastianich, dove verremo a trovarti e a vedere dal vivo cosa sa fare il restaurant man più desiderato d’Italia.
Con simpatia,
Geishagourmet

20130414-191515.jpg

0

Noch keine Kommentare.

Was denkst du?

Ihre e-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Pflichtfelder sind markiert *