Cantina di Avio: positive Zahlen

von Dienstag, Dezember 4, 2012

Übung Nummer 55 für die Cantina di Avio zeichnet sich durch positive Zahlen. "Sign, die Genossenschaft, ha lavorato bene” hanno detto il presidente Lorenzo Libera e il direttore Matteo Mattei.

Die Generalversammlung war eine Gelegenheit, die Aufmerksamkeit und die Genehmigung des Budgets für ein Jahr der Tätigkeit in der Welt von Trauben und Wein zu präsentieren.

I numeri

“Continua per il terzo anno consecutivo la forte ripresa – ha esordito Liberacon sensibile miglioramento a doppia cifra dei dati di bilancio che, quest’anno, presenta un utile d’esercizio di poco inferiore ai 300mila euro”.

DIE 457 soci della Cantina di Avio coltivano una superficie vitata di 691 ha: dal Comune di Ala a quello di Caprino Veronese.

In 2011 sono stati conferiti 98 Mila 504 quintali di uve: die 79% a bacca bianca e il rimanente 21% a bacca rossa.

Liquidato ai soci: 6 Millionen 391 Tausend Euro (+14,5% in Bezug auf die 2011). Resa media a ettaro: 9.249 Euro (+ 16,5%). La remunerazione media a quintale dell’uva passa dai 53 euro del 2011 An 65 euro del 2012 (+22,5%).

“Questi risultati – ha proseguito Libera – sono il frutto della convergenza di economie ottenute dal miglioramento gestionale con un ottimo risultato conseguito da Cavit che ha migliorato le remunerazioni dei vini”.

Numeri che “influenzano positivamente l’economia locale – è stato spiegatoAnche fra i soci, dopo gli anni bui, si consolida gradualmente l’idea che la loro cooperativa possa ancora remunerare al meglio la loro opera”.

Gli eletti

Confermati il presidente Lorenzo Libera. Nuovo il vicepresidente: Renzo Salvetti che ha raccolto il testimone di Silvano Bandiera. Non fanno più parte del board: Alberico Comunello, Roberto Secchi e la compianta Gigliola Bonvicini (in suo ricordo è stato consegnato un riconoscimento ai familiari).

Nuovi eletti: Mauro Amadori, Marco Cristoforetti, Luigi Slomp e Damiano Gasparini.

Le autorità

Ai lavori hanno preso parte il sindaco di Avio, Sandro Borghetti, l’assessore provinciale all’agricoltura, Tiziano Mahinay, il presidente Primo Vicentini e il direttore Giuliano Deimichei della Cassa Rurale Bassa Vallagarina, il presidente della locale Famiglia Cooperativa, Arrigo Redolfi e il presidente del Caseificio Sociale di Sabbionara, Renzo Creazzi.

Con loro anche Michele Girardi, responsabile del Settore Cooperative Agricole della Federazione Trentina della Cooperazione.

 

0

Noch keine Kommentare.

Was denkst du?

Ihre e-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Pflichtfelder sind markiert *