http://geishagourmet.com/2011/11/23/montepulciano-la-denominazione-ora-usata-anche-per-il-vino-usa-ed-e-subito-allarme/

Montepulciano: die Bezeichnung, die jetzt für den Wein Usa. Und sofort alarm

von Mittwoch, November 23, 2011

In den Vereinigten Staaten von Amerika können Sie gekennzeichnet als "Montepulciano" Wein mit der gleichnamigen Rebe, in den USA angebaut. Der Bundeszentrale Entscheidung ist ATTB (Alkohol & Tabaksteuer & Handelsbüro) Das, unter Umgehung der Regeln, die von der Europäischen Union genehmigt 2009 Das schränkt die Verwendung des Namens Italien Montepulciano, consente ora di attribuire ad un vino prodotto in territorio statunitense lo stesso nome della varietà.

La notizia interessa soprattutto i produttori abruzzesi per le conseguenze che un’“apertura” del genere può avere, in termini di identificazione del prodotto, su un mercato vastissimo come quello americano.

Ma anche a Montepulciano, il territorio il cui nome identifica innanzitutto una posizione geografica, la decisione dell’agenzia che regolamenta il commercio degli alcolici negli USA viene seguita con attenzione.

Ad esprimere l’opinione dei produttori di Vino Nobile di Montepulciano è Federico Carletti, Presidente del consorzio che li riunisce, rappresentando la quasi totalità delle etichette.

«Sono notizie che non possiamo definire prevedibili, ma che neppure ci colgono impreparati. Gli Stati Uniti non sempre riconoscono i regolamenti europei e quindi, di fronte alla volontà dei propri viticoltori, emettono norme che a noi appaiono come contrarie alle nostre regole delle denominazioni. Solo la Comunità Europea, an dieser Stelle, può tentare la via dell’accordo commerciale con gli USA anche se non ci nascondiamo che si tratta di un’eventualità complessa».

«D’altra parte quando sul mercato si trovano due prodotti diversi con nomi quasi uguali la difesa delle rispettive individualità può essere più fragile».

«Purtroppo – sottolinea Carletti – queste situazioni di incertezza tra prodotti vinicoli provenienti da denominazioni “non difendibili” sono tutte figlie della deroga che, 20 vor Jahren, consentì di attribuire ad un vitigno (il Montepulciano) la stessa dignità commerciale di un nome geografico al quale era la stessa legge a garantire una posizione privilegiata».

«Con i bravi colleghi abruzzesi proseguiamo il gentlemen agreement che dovrebbe portarci ad una differenziazione utile per entrambi, con la parola Montepulciano che assumerebbe forza sulle nostre etichette e si sfumerebbe su quelle provenienti dal versante adriatico. Nel contempo – conclude il Presidente – facciamo il tifo per l’Europa, sperando che reagisca con la necessaria forza politica e riesca a ristabilire una situazione in cui non ci sia spazio per equivoci sul mercato. Il Montepulciano Made in USA non dovrebbe nascere perché la località geografica Montepulciano dovrebbe essere protetta».

0

Noch keine Kommentare.

Was denkst du?

Ihre e-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Pflichtfelder sind markiert *