Bubble4Xmas | 3 | Entre Ciel et Terre, tutta la leggerezza della complessità

Françoise Bedel è la grande dame del movimento biodinamico in Champagne e gestisce la piccola cantina a conduzione familiare nel primo comune sulla strada dello Champagne, a Crouttes sur Marne.

Da sempre devota al Pinot Meunier, Françoise ha decisi di inserirlo nei suoi uvaggi in percentuali insolite per questa zona. Tra i suoi fiori all’occhiello c’è Entre Ciel et Terre, tra cielo e terra, una cuvée molto versatile che cambia la prevalenza di Pinot Noir o Pinot Meunier a seconda dell’annata, e a cui si aggiunge sempre un tocco di Chardonnay. Ci spensano poi 5 anni sui lieviti ad affinarne l’anima.

Raramente Françoise produce millesimati, la sua filosofia infatti è quella di esaltare il terroir e non la singola annata. Entre ciel et terre è forse lo Champagne simbolo del suo stile che ambisce a produrre sempre vini di grandissima personalità e, ancor più, di elevata qualità.

Il colore di questo Champagne dal nome sognante e un po’ metafisico è giallo dorato brillante, e il perlage è molto fine. Fiori di acacia, frutta a polpa bianca e miele millefiori, agrumi: sono queste le note più distintive di questa etichetta di gran classe che mischia struttura a bevibilità con grande intelligenza, e ribadisce tutto il suo valore con un finale lunghissimo, che non si fa dimenticare.

Ps. Questa qui sotto è la vecchia etichetta di Entre ciel et terre… che a me piaceva molto più dell’attuale, ma tant’è…

Tag:, , , , , , ,
Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

6 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: