Baladin: Teo Musso "benefico"

ASTA DI BENEFICENZA di MONO BALADIN
—————————————————-

11 NOVEMBRE 2010 – ore 21 – EATALY TORINO
Sala PUNT e MES (museo Carpano – 1° Piano)
——————————————————–
Giovedì 11 novembre, presso la sala Punt e Mes del Museo Carpano
di EATALY TORINO, verranno messi all’asta OTTO MODELLI UNICI
di MONO BALADINdecorati dall’artista internazionale MARINA OBRADOVICH,
realizzati grazie alla grande passione di Teo Musso (patron del Baladin) per
la musica unitamente alla stessa Marina, a Bruno Petrosillo, grande
appassionato
e intenditore/costruttore al pari di Teo, Barbara Soddu, architetto da anni
collaboratrice del Baladin nella realizzazione di locali (su tutti Casa
Baladin),
Pier Viviano, ingegnere e progettista di sistemi audio e grande amico di
Teo,
Alessio Franzoso, grafico e “anima comunicativa” del mondo Baladin.

Ma che cos’è il MONO BALADIN?
È il ritorno all’analogico, l’ennesima rappresentazione della “filosofia
Baladin”. Una filosofia che continua a coniugare le cose semplici con
l’evoluzione
dei tempi, mantenendo un forte legame con le proprie radici.
Ecco allora che da un “duo” di appassionati nasce il progetto di una
“monogamia sonora” nel senso di rinascita del gusto dell’ascolto di sonorità
di altri tempi, dove l’esaltazione o, peggio, la contraffazione del suono
non erano certamente gli obbiettivi di chi costruiva impianti audio. La
voglia ed il desiderio di ricreare queste ormai dimenticate sonorità, non
solo, ma di vestirle e di renderle disponibili a chi ancora ha la passione
del “suono per il suono” fa affiancare al “duo” un “quartetto”. Una artista
di fama internazionale e di grande abilità creativa si unisce ad un fine
architetto di gusto originale ed insieme provvedono a cucire i “vestiti” che
le nuove nascenti “macchine monofoniche” dovranno vestire. Nel frattempo un
dinamico ingegnere provvede, con il duo, a rendere reale questo sogno.
Progetti, assemblaggio e cablaggi sono ormai avviati, non rimane che un
piccolo spazio per l’ultimo musicista di questa strana orchestra,  per
comunicare questo nuovo/vecchio progetto e infine dedicarlo da parte di
tutto il mondo baladin a chi nella musica trova gioia, speranza e vita: gli
amici della Associazione Culturale Baladin. Proprio all’associazione
culturale viene dedicata un’asta dove gli Otto esemplari, unici e numerati, completi
del proprio amplificatore rigorosamente monofonico, verranno messi in vendita
per ottenere le risorse che serviranno a sostenerne le numerose iniziative
rivolte proprio all’arte della musica.

E allora buon ascolto e…buon viaggio.

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: