A scuola nei vigneti

Parte “Lezioni in vigna”, il progetto pilota che nella settimana tra il 23 e il 27 aprile vedrà coinvolte 15 aziende franciacortine e 15 classi appartenenti agli Istituti del Monte Orfano e di Adro.

Il progetto realizzato a quattro mani dal Consorzio Franciacorta e il Lions Club di Adro e la Franza Curta, ha finalità ambiziose prima fra tutte promuovere il senso di appartenenza al nostro territorio partendo dalla conoscenza della sua storia.
Più in generale ci si propone di educare alla cura e al rispetto dell’ambiente per favorire uno sviluppo sostenibile e durevole e far conoscere la vigna non solo come un “s-oggetto” che produce uva, ma anche come patrimonio che arricchisce la fertilità del suolo e che attrae e moltiplica biodiversità migliorando la qualità dell’ambiente in cui viviamo.
“È importante educare i più piccoli al valore della terra e del lavoro in vigna. Significa piantare in essi un seme che, se coltivato, potrà renderli un domani degli adulti capaci di rispettare e amare questo territorio e il suo paesaggio. La viticoltura è una straordinaria opportunità che la Franciacorta possiede per il suo sviluppo, economico ed ambientale. Sensibilizzare i bambini su questo aspetto significa poterne fare nostri ambasciatori anche presso le loro famiglie”, afferma il presidente del Consorzio Franciacorta, Vittorio Moretti.
Per la prima volta le tante iniziative rivolte al mondo della prima e seconda infanzia che da anni molte aziende intraprendono in autonomia sono convogliate in un progetto unitario con il coordinamento del Consorzio e la collaborazione del “Lions Club Adro e la Franza Curta”. “La progettualità del Lions Club di Adro e la Franza Curta in ambito sociale, di sostegno alla collettività ma anche di divulgazione delle eccellenze, trova pieno compimento in questa iniziativa volta a valorizzare presso i giovani le realtà della nostra imprenditoria locale che ha fatto conoscere la Franciacorta a tutto il mondo. Le nuove generazioni hanno l’opportunità di essere attori del passaggio generazionale della tradizione vitivinicola del territorio. Il nostro compito deve essere anche quello di creare cultura fin dalla giovane età per dare gli strumenti per raccogliere questa importante eredità e le impegnative sfide che essa comporta”, afferma il presidente del Lions Club, Riccardo Bordogna
Al Rocol, Barone Pizzini, Bellavista, Berlucchi, Bersi Serlini, Cavalleri, Ferghettina, La Fiòca, Mirabella, Quadra, Ricci Curbastro, Ronco Calino, Turra, Uberti e Villa Crespia sono le quindici aziende che hanno aderito con entusiasmo al progetto di quest’anno. La volontà è di creare una ricorrenza a cadenza annuale, capace di coinvolgere un numero sempre maggiore di scuole e di cantine.
Il tema scelto per il 2018 è il “Paesaggio” in tutte le sue declinazioni: l’origine del nome Franciacorta, l’origine geologica del territorio, la descrizione della vegetazione spontanea frutto del suo microclima così particolare, ma anche tutti gli elementi che tra vecchio e nuovo concorrono a comporre il paesaggio: i broli, le cascine, i roccoli, le villette a schiera, le strade, le piste ciclabili, e molti altri ancora. La sfida che le cantine dovranno affrontare sarà di pensare un percorso che riesca a raccontare questo tema con linguaggio adatto, valorizzando le proprie peculiarità.
A seguito della visita le classi realizzeranno un elaborato creativo per descrivere l’esperienza vissuta e promuovere il tema del paesaggio attraverso slogan, raffigurazioni grafiche, testi e video che saranno poi valutati da una commissione. Le tre classi più meritevoli si aggiudicheranno un premio in denaro che le scuole dovranno utilizzare per la realizzazione di un progetto di educazione ambientale.

Previous Post Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 shares
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: