A cena con il Sexy Toy

by martedì, luglio 11, 2017

Di una serata da sola, che una sia single o meno, ce n’è sempre bisogno.

Arrivi a casa il tuo fidanzato non c’è perché è fuori con gli amici, oppure tuo marito è via per lavoro. Prepari la cena per i bambini – se ne hai -, ci giochi un po’ e poi li metti a letto. Se non ne hai, oppure vivi sola e single, il pensiero è lo stesso di chi è anche mamma: “Finalmente un po’ di tempo solo per me”.  Magari fai un bagno caldo senza fretta oppure ti godi un po’ di relax sul divano con il tuo telefilm preferito.

E poi ti viene voglia di qualcosa di buono da mangiare, di un calice di vino e magari anche di qualcosa di più… piccante. Ogni Geisha Gourmet che si rispetti nel frigorifero ha sempre qualcosa di intrigante con cui compiacere il palato, una bottiglia “giusta” da stappare e… un sex toy nel cassetto del comodino. Il piacere senza sensi di colpa, del resto,  va preso a 360 gradi.

Vino, cibo e oggetti per il piacere non sono così difficili da abbinare. Il gioco è divertente, inizio io… In solitudine, io stapperei una bottiglia di Champagne (uno dei miei preferiti, lo sapete, è il Theophile di Roederer, ottimo rapporto qualità prezzo) e mi preparerei qualche blinis con burro e caviale Oscietra di Calvisius oppure, in alternativa, con un po’ di paté di foie gras. Se amate i formaggi, invece, perché non prepararvi una tuma piemontese con le piccole pere Garofano di Bronte e un po’ di gelatina al vino bianco? Le gourmet più “country” si godranno invece una fetta di pane e salame (magari uno Strolghino di Langhirano) o di sensuale culatello. Nessuno di questi abbinamenti vi deluderà, così come il vostro sex toy.

 

Questo curioso gioco di abbinamenti wine-food-sex toys me l’ha suggerita Lelo, che propone oggetti di design e high tech tra i più interessanti in circolazione. Prendi ad esempio il Mona Wave (quello fuxia nella foto qui sopra) : se lo appoggi sul bancone della cucina potresti anche pensare che sia l’ultimo ritrovato dei minipimer o forse anche un nuovo attrezzo per ossigenare il vino. In realtà è un prodigio vellutato studiato per ottenere il meglio dal misterioso punto G (leggi Qui). Altro oggetto innovativo è il Siri 2 (qui sotto), una specie di mouse che si muove a ritmo di musica.


Li ho provati e mi hanno convinto. Il primo mi piace usarlo da single, il secondo in compagnia,  lo trovo un preliminare “diverso” (ma c’è anche la funzione che vi permette di registrare la voce del vostro amante! Quindi ottimo anche in solitudine 😉 ). Con Siri 2, il mio abbinamento enogastronomico perfetto è una bella bruschetta con cappelle di funghi porcini e una bottiglia di Rosso di Montefalco di Arnaldo Caprai oppure un La Firma di Cantine del Notaio. Se preferite i bianchi, invece, butto lí il primo dei tanti che potrei suggerirvi, lo Chardonnay Cuvée Bois di Les Cretes, Valle d’Aosta.

E se siete in coppia, la candela Lelo usata per illuminare la cena si trasforma in olio da massaggio.

Cos’altro vi manca? Nulla direi… Bacco, amore e fantasia a tutti!

Live Yummy. Be Geisha Gourmet. 

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *