http://geishagourmet.com/2013/03/06/ed-ora-arrivano-anche-gli-eno-yoga-ritiri/

Ed ora arrivano anche gli eno-yoga ritiri…

by mercoledì, marzo 6, 2013

yoga wine

La notizia arriva da Epicuros ed è davvero singolare. Il vino – con moderazione – può effettivamente essere parte di una pratica yoga consapevole. Ne è convinta Angela Gargano, una sommelier trasformata in istruttore di yoga con sede a Madison, Wisconsin. Nei suoi pionieristici eno-yoga ritiri in posti come Barcellona e Sonoma (dove il prossimo ritiro succede questo mese), la Gargano traccia paralleli tra il vino e il modo in cui lo yoga può aiutare i suoi studenti ad amplificare  i piaceri epicurei. “L’idea per me è che   cibo e vino siamo in grado di gustarli più pienamente quando siamo in uno stato mentale particolare, facilitato dallo yoga”, afferma Gargano  di Bliss Yoga Flow & Wellness Center . Nel bicchiere, la Gargano si concentra su produttori che siano sostenibili, lavorando con frutta biologica o biodinamica: alcuni dei suoi preferiti sonoRobert Sinskey Vineyards , CADE CANTINA , Storybook Mountain Vineyards e ultra-boutique di produzione come Morgan Twain-Peterson VINO BEDROCK CO“Per molti nello stile di vita yoga c’è privazione –  afferma Gargano – mentre in realtà per me “è più uno stile di vita di abbondanza e di equilibrio”. 

“Lo yoga vi insegna come invecchiare con grazia, proprio come una bottiglia grande di vino matura con grazia”, ​​spiega David Romanelli, un istruttore  che insegna lo yoga e laboratori di vino in tutti gli USA. “Pensate a come ci si sente dopo una lezione di yoga”, spiega Gargano, che ha collaborato con Romanelli, dopo aver tenuto un workshop presso il suo studio di yoga in Wisconsin. “La tua mente è calma così penso che sia il momento ottimale per avere un bicchiere di vino, perché sei davvero in sintonia con i vostri sensi.  Un approccio completamente nuovo al modo in cui sorseggiare un bicchiere di Merlot. In America, la maggior parte del vino viene consumato come cocktail”, afferma Gargano.  Quando gli studenti degustano i vini dopo le lezioni di yoga, la loro consapevolezza della storia, delle uve, dei profumi e sapori sono amplificati e danno un senso molto più profondo di piacere e soddisfazione, che cattura l’immaginazione così come i sensi.

A quando lo sbarco dell’eno-yoga anche in Italia?

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: