http://geishagourmet.com/2013/01/10/chefs-cup-2013-si-allunga-per-fare-piu-spazio-agli-appassionati/

Chef’s Cup 2013 si allunga per fare più spazio agli appassionati

by giovedì, gennaio 10, 2013

Anche quest’anno l’Alta Badia diventa l’ombelico del mondo del mondo gourmet grazie all’ottava edizione della Chef’s Cup, ritrovo imperdibile per tutti gli addetti del settore e per gli appassionati. La novità, però, è che la durata della manifestazione si allunga, passando di tre giorni tradizionale a sei, in modo da dare la possibilità, soprattutto agli appassionati, di offrire più esperienze enogastronomiche possibili.  I padroni di casa della manifestazione,  nata nel 2004 dalla fervida mente del cuoco 2 Stelle Michelin Norbert Niederkofler, saranno i tre ristornati più famosi dell’Alta Badia, ovvero il ristorante St. hubertus – Relais & Chateaux Rosa Alpina,  la Siriola – Hotel Ciasa Salares e, in alta quota, il Rifugio Moritzino. Dal 20 al 25 di gennaio, la Chef’s Cup offrirà un tourbillon di appuntamenti di cucina, sport, life style, enologia, ma anche guida e “safari” sulla neve. Si parte il 20 gennaio con il benvenuto dei partecipanti, ma i motori si accenderanno il 21, con la cena Fish&Chef al Moritzino, dove ai fornelli ci saranno i cuochi del lago di Garda tra cui Leandro Luppi (Vecchia Malcesine di Malcesine, una Stella Michelin), Isidoro Consolato (ristorante Viola, Torri del Benaco), Marilena Consolini (Il giardino delle esperidi, Bardolino). Lo stesso giorno, ma a ora di pranzo, Felice Lo Basso dell’Alpen Royal di SErlva di Valgardena e Andrea Alfieri del Majestic di Madonna di Campiglio saranno i “mattatori” dell’evento Pasta Party Felicetti. Il 22, attesissimo evento con l’ormai consueta cena di beneficienza al St. Hubertus, dove a cucinare sarà un parterre di chef stellati da far venire i brividi: capitanati da Niederkofler, si alterneranno ai fornelli cuochi del calibro di Andrea Berton, Riccardo Monaco (Enoteca Pinchiorri,  Firenze,tre Stelle Michelin), Dmitri Shurshakov (ristorante Chaika, Mosca),  Johannes King (ristorante Souring Hof, Sylt, due Stelle Michelin), Margot Janse (The tasting room at le Quartier Francaise, Sud Africa, tra i 50 World Best Restaurants) , Xavier Pellicer (ristorante Can Fabes, Sant Celoni, due Stelle Michelin),  Thorsten Schmidt (ristorante Malling&Schmidt, Aarus, Danimarca).

Il 23 sarà la volta di corsi di cucina per gli appassionati, ma anche di showcooking – dove i protagonisti saranno il radicchio e il tartufo e i più noti chef dell’Umbria – e del curioso Gourmet Safari, percorso gastronomico con gli sci ai piedi tra S. Cassiano e Corvara. Il 24 ecco un’interessante cena al Rifugio Col Alt di Corvara, preceduta dal pranzo al Rifugio Ciampai di Piz Sorega dove cinque giovani chef  (Enrico Croatti del Dolomieu di Madonna di Campiglio, Juri Chiotti e Diego Rossi delle Antiche Contrade di Cuneo, Lorenzo Cogo di El Coq di Marano Vicentino e Massimo Mentasti de La Gallina di Monterotondo di Gavi) si esibiranno in particolari creazioni street food. Gran finale il 25 gennaio con un pranzo degustazione  tutto dedicato a prodotti e vini biologici (hotel Ciasa Salares) preparato dalle sapienti mani di Moreno Cedroni, Sergio Mei e Maurilio Garola, e la cena di gala di chiusura della manifestazione con i top chef stellati internazionali dove spiccano i nomi di chef star del calibro di Davide Oldani , Davide Scabin ed Enrico Cerea (ma non manca nemmeno la rappresentanza locale con Alfio Gehzzi della Locanda Margon di Trento, Norber Niederkofler del St. Hubertus e Fabio Cucchelli della Siriola). Maggiori informazioni e per prenotare uno degli eventi, basta cliccare su www.chefscup.it.

 

 

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *