Last Call CE

by giovedì, maggio 19, 2011

«E’ necessaria una forte azione di pressione a livello comunitario ed è per questo che stiamo lavorando insieme agli altri consorzi di tutela italiani allo scopo di far inserire la possibilità di ‘programmare la produzione’ nei prodotti DOP ed IGP nel cosiddetto ‘Pacchetto Qualità’ attualmente in discussione al Parlamento Europeo. Nel caso in cui Bruxelles rimanesse sorda alle richieste italiane, il Consorzio del Prosciutto di San Daniele insieme ai Consorzi Italiani è pronto a ritirare dal sistema DOP il prosciutto di San Daniele, ritenendo che la tutela della Denominazione dOrigine Protetta senza questa facoltà non sia più adeguata a proteggere la DOP friulana e le altre realtà agroalimentari italiane di eccellenza».

E’ questo il messaggio che il Consorzio del Prosciutto di San Daniele – con le parole del suo presidente Vladimir Dukcevich – ha voluto lanciare il 19 maggio al Temporary Store “Due settimane con il San Daniele” che ha realizzato a Milano per festeggiare i suoi 50 anni, proprio nella giornata di presentazione alla stampa di Aria di Festa, la rassegna che da 27 anni si tiene a San Daniele del Friuli per celebrare il territorio e il prodotto che più lo rappresenta.

Un luogo e una occasione che testimoniano i consistenti investimenti che il Consorzio affronta per far conoscere l’attenzione costante verso la qualità che sta dietro una DOP, investimenti che potrebbero essere vanificati da una politica comunitaria che non tutela sufficientemente i marchi Italiani.

Una sorta di “ultimo avviso” quello lanciato dal Consorzio di San Daniele che riprende l’appello lanciato ieri dei vertici dell’AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche) di fronte della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati. Un incontro in cui l’associazione ha voluto sensibilizzare i parlamentari italiani affinché supportino adeguatamente l’azione del Ministro Saverio Romano in sede di Consiglio dei Ministri Europei per l’introduzione nella normativa europea di quanto richiesto dai prodotti italiani.

 

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *