128 Comuni con acqua all’arsenico: in arrivo 600 milioni di euro di rimborso. Scopri come

by domenica, gennaio 9, 2011

Cari Amici, tra feste e influenze, domani ormai si inizia nuovamente a tempo pieno… anche se il meteo non è che invogli molto! Oggi è arrivata questa importante quanto incredibile notizia sull’acqua all’arsenico e visto che è di assoluta utilità nazionale, ve la giro pari pari come giuntami da Codacons:

In oltre 128 Comuni italiani, l’acqua che è uscita per anni dai rubinetti contiene ARSENICO, sino a 50 microgrammi per litro, nonostante la legge preveda il limite di 10 microgrammi.

Il rischio per i cittadini di gravi danni alla salute è altissimo: l’Organizzazione mondiale della sanità e il Comitato scientifico europeo, parlano addirittura di rischio di «alcune forme di cancro».

Controlla subito se sei un abitante di uno dei seguenti Comuni indicati nel provvedimento della Commissione Europea:

8 nella Regione: Lombardia
Marcaria, Roncoferrar, Viadana, Valdidentro, Valfurva, Maccagno, Sesto Calende, Dumenza

10 nella Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol
Canal San Bovo, Fierrozzo , Frassilongo , Laion – Mullerhof, Lana – Foiana, Luson Bolzano, Stelvio – Solda di Fuori, Vadena – Monte, Valle di Casies – S. Martino in Casies, Durna in Selve

91 nella Regione: Lazio
Aprilia, Cisterna di Latina, Cori, Latina, Pontinia, Priverno, Sabaudia, Sermoneta, Sezze Latina, Albano Laziale, Ardea Roma, Ariccia Roma, Genzano di Roma, Lanuvio Roma, Lariano Roma, Velletri Roma, Castel Gandolfo, Ciampino Roma, Castelnuovo di Porto Roma, Trevignano Romano, Tolfa, Bracciano, Sacrofano, Formello, Civitavecchia, Santa Marinella, Anzio Roma, Nettuno Roma, Campagnano di Roma, Magliano Romano, Mazzano Romano, Acquapendente, Arlena di Castro, Bagnoregio Viterbo, Barbarano Romano, Bassano in Teverina, Bassano Romano, Blera, Bolsena, Bomarzo, Calcata, Canepina, Canino, Capodimonte, Capranica, Caprarola, Carbognano, Castel Sant’Elia, Castiglione in Teverina, Celleno, Cellere Viterbo, Civita Castellana, Civitella d’Agliano, Corchiano, Fabrica di Roma, Faleria, Farnese, Gallese, Gradoli, Graffignano, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Latera, Lubriano, Marta, Viterbo, Montalto di Castro, Monte Romano, Montefiascone, Monterosi, Nepi, Onano, Oriolo Romano, Orte, Piansano Proceno, Ronciglione, San Lorenzo Nuovo, Soriano nel Cimino, Sutri, Tarquinia, Tessennano, Tuscania, Valentano, Vallerano, Vasanello, Vejano, Vetralla, Vignanello, Villa San Giovanni in Tuscia, Viterbo, Vitorchiano

16 nella Regione Toscana
Monterotondo Marittimo, Montieri Grosseto, Campiglia Marittima, Campo nell’Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Piombino, Porto Azzurro, Porto Ferraio, Rio Marina, Rio nell’Elba, Suvereto, Pomarance, Castelnuovo in Val di Cecina, Radicondoli

3 nella Regione Umbria
Castel Giorgio, Castel Viscardo, Orvieto

Finalmente il 28 ottobre e’ arrivato il tanto atteso NO della Commissione Europea all’ennesima richiesta di deroga, presentata dall’Italia per i suddetti Comuni, ai limiti previsti dalla legge per la concentrazione di arsenico nell’acqua destinata ad uso potabile.


IL CODACONS PROMUOVE ADESSO UN’AZIONE GIUDIZIARIA COLLETTIVA GRATUITA PER TUTTI I PROPRI ISCRITTI, PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DEI DANNI

Oggi infatti, quando finalmente il NO deciso ad ulteriori deroghe e proroghe è venuto direttamente dalla Commissione Europea, il Codacons agisce insieme agli abitanti dei 128 Comuni coinvolti, per ottenere il risarcimento dei danni subiti per effetto dell’inadempimento, protrattosi nel tempo, dello Stato e delle Regioni .

IL CODACONS CON QUESTA AZIONE COLLETTIVA CHIEDE IL RISARCIMENTO DI 600 EURO, CALCOLATO IN VIA EQUITATIVA, PER CIASCUN ADERENTE.

MA E’ NECESSARIO AGIRE SUBITO!

Il 25 febbraio 2011 scadono i termini per agire, PERTANTO E’ NECESSARIO, PER CHI LO VOGLIA, ISCRIVERSI AL CODACONS E INVIARE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE RICHIESTA ENTRO IL 31 GENNAIO 2011!!

Possono agire tutti gli abitanti dei 128 Comuni sopra indicati, che siano intestatari di una bolletta dell’acqua per un contratto di utenza in corso

ISCRIVITI AL CODACONS E AGISCI GRATUITAMENTE PER OTTENERE IL RISARCIMENTO DEL DANNO!
NON DOVRAI AFFRONTARE ALCUNA SPESA E POTRAI OTTENERE DAL GIUDICE UN RISARCIMENTO


Se vuoi partecipare a questa azione collettiva, CLICCA SUL SEGUENTE LINK E COMPILA IL FORM CHE TROVERAI:

Una volta compilato ed inviato riceverai automaticamente l’apposita modulistica per agire.

L’adesione – CHE COMPORTA ANCHE L’ISCRIZIONE PER 1 ANNO AL CODACONS – dovrà pervenire entro il 31 gennaio 2011

Avverti anche altri abitanti del tuo Comune!!

0
1 Response
  • Giuseppe
    gennaio 9, 2011

    Sarà… ma a me pare che il Codacons si svegli solo in prossimità del tesseramento poi tutto tranquillo per un’altro anno.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *