http://geishagourmet.com/2010/11/02/un-menu-da-miss-italia/

Un menu da Miss Italia

by martedì, novembre 2, 2010

La corona di Miss Italia by Miluna

La pasta? Le patatine fritte? La prima aiuta a bruciare i grassi e a far bene va mangiata la sera, mentre le patatine fritte attivano il metabolismo e fanno meglio delle patate lesse. Difficile da credere per tutte noi, donne e ragazze perennemente in lotta con la bilancia e la cellulite: fino ad ora ci hanno sempre detto che “se bella vuoi apparire un po’ devi soffrire” e la sofferenza in questione si riferisce soprattutto alla tavola. Eliminare i carboidrati, fare il pieno di frutta e verdura, bere tanta acqua: questi i tre imperativi delle diete che ci perseguitano sui giornali estivi, quelle che ci promettono risultati da miss nel giro di un paio di settimane. Tutto sbagliato. E a dirlo è proprio il concorso di Miss Italia, che da ormai tre anni ha deciso di scendere in campo in modo ancora più deciso sul versante dell’alimentazione. “Il cibo come cura di bellezza, elisir della salute: questo è il messaggio che il concorso vuole dare con forza – spiega la patrona Patrizia Mirigliani –. In un mondo in cui imperversano anoressia e bulimia, Miss Italia vuol dire a tutte le ragazze che la bellezza passa soprattutto attraverso l’alimentazione e che le privazioni nutrizionali sono dannosissime”. L’importante è conoscere ciò che si mangia: “Per questo – prosegue la Mirigliani – le miss finaliste tutti i giorni seguono un vero e proprio progetto alimentare, non una dieta, finalizzato a un sano rapporto con gli alimenti”. Ogni giorno le miss hanno trovato sulla loro tavola un opuscolo che analizzava un tema correlato alla salute e alla bellezza: un vero e proprio percorso gastronomico – con tanto di incontri formativi – tra virtù dei cibi e associazioni alimentari appropriate. A spiegare nel dettaglio il progetto di Miss Italia è la dottoressa Sara Farnetti, internista del Policlinico Gemelli di Roma e presidente dell’associazione Eutrophia – Alimentazione funzionale, incaricata da Patrizia Mirigliani di seguire e sviluppare questa importante iniziativa.

 

Il cibo come elisir di bellezza è uno dei messaggi più importanti che Miss Italia si propone di dare.

Le ragazze di oggi sono costantemente attente alla linea e per ridurre la quantità di calorie introdotte seguono regimi dietetici spesso punitivi che, se diffusi e consolidati, danneggiano la bellezza, la tonicità dei tessuti e il tono dell’incarnato. Il rigido controllo delle calorie rallenta il metabolismo e fa aumentare di peso appena si torna a mangiare di più… Questo è uno dei tanti tabù che abbiamo voluto sfatare. E se lo dice Miss Italia saranno in molti a  crederci.

 

Il fritto, croce e delizia del nostro palato. Davvero non fa ingrassare?

Certo, ma come tutti gli alimenti, va saputo utilizzare. Il fritto, se usato bene, migliora il metabolismo, combatte il colesterolo cattivo, riduce lo zucchero assorbito dal pasto e quindi fa diminuire il senso di fare.

 

E le verdure?

Vanno usate per far funzionare grassi e carboidrati, così come la frutta. Troppe verdure gonfiano, mangiare solo frutta ingrassa e aumenta la fame.

Cosa ci dice della pasta?

La pasta, mai scondita, è un gran sedativo del sistema nervoso ed è ideale a cena, accompagnata con verdure e frutta, mentre a pranzo rischia di creare sonnolenza. Condita con pomodoro è ottima per accelerare il metabolismo e svegliarsi la mattina con un livello metabolico alto. Contrariamente a quello che si pensa, carne e pesce, sempre abbinati a frutta e verdura, sono preferibili consumati a pranzo: di sera creerebbero un sovraccarico del fegato e un blocco della diuresi con imbibizione al mattino, risveglio lento e antiestetico gonfiore al viso.

 

C’è anche uno slogan che avete coniato: “Uno-due-tre…”

“Uno zucchero a pasto è snello, due fan più sveglio, tre diventa grasso”. I carboidrati non favoriscono l’aumento di peso ma, al contrario, facilitano lo smontaggio dei grassi, però devono essere consumati con moderazione e associati in modo furbo in base alle diverse esigenze. Per liberarsi di qualche centimetro di troppo sulla pancia, se mangi un piatto di pasta o delle patate, non aggiungere altri carboidrati, come frutta o pane; se invece hai bisogno di energia componi il tuo pasto con un bel piatto di spaghetti e poi una patata fritta, oppure tre prugne, oppure una bruschetta. Se aggiungi a questo pasto un terzo zucchero, un pezzo di pizza oppure un dolce, favorisci l’accumulo di grasso sull’addome e l’aumento di peso.

 

Per combattere la ritenzione idrica, invece, cosa si deve mangiare?

Per eliminarla bisogna urinare bene, ma per fare questo non serve solo bere: si elimina se le funzioni organiche di depurazione, fegato e reni, funzionano. Il sale a crudo fa bene, vanno eliminati  i brodi, i minestroni e il mix di verdure, che trattengono l’acqua. Via libera a cetriolo, finocchio, insalate, cicoria, ananas, melone, anguria, pesca bianca, fragole e tanta cipolla, cruda o cotta.

 

Lei ha stilato anche una lista chiamata “Falsi magri”. Ce la elenca?

Il minestrone, che rallenta il metabolismo come le macedonie, perché sono polivitaminici e se uno vuole dimagrire non vano bene. Mozzarela e pomodoro, che non favoriscono l’eliminazione renale, frenano l’attività del fegato e sono poveri di iodio, quindi la tiroide non viene stimolata. Poi ci sono la pasta scondita, la patata lessa, il mix di verdure. E anche i cibi light, che contengono meno calorie di altri, spesso al prezzo di sostanze aggiunte che non fanno bene alla salute. Ci si perde in gusto e saziano meno, sono alimenti innaturali, manipolati, e non sono efficaci per attivare il metabolismo. Si può mangiare tutto, se si impara ad associare bene gli alimenti giusti!

 

E il vino?

Le ragazze di Miss Italia non lo bevono, ma sicuramente il vino rosso è il miglior integratore e antiossidante che ci sia in natura, ricchissimo di polifenoli e di sostanze antiossidanti. Mezzo o un bicchiere a pasto fa davvero bene.

 

Un pranzo da miss?

Pesce al sale, patate fritte (nell’olio extravergine di oliva), un’insalata mista e un quarto d’ananas. Il pesce stimola la tiroide e fa stare svegli. La patata per la dieta di una ragazza giovane ci vuole, soprattutto perché da energia ai muscoli: fritta fa lavorare il fegato e quindi migliora la funzionalità intestinale. Lessa la patata fa ingrassare molto di più perché contiene zuccheri in quantità maggiore. L’ananas, infine, è un frutto molto zuccherino e attiva la diuresi: in questo menu è utile per bruciare le patate fritte.

 

Ci manca solo lo spuntino.

Prugne della California e frutta secca (mandorle, insalate di frutta secca, mix di semi non tostati) sono i rompi fame delle miss.

 

Dottoressa, come è cambiata l’alimentazione nel corso degli anni?

I ragazzi oggi sono più esposti a cibi non salutari, questa è la generazione del junk food, che non è solo calorico ma soprattutto disturba i sistemi ormonali e fa accumulare errori metabolici che si pagano negli anni a venire, come la pancetta, il colesterolo… Poi c’è da dire che oggi il tempo per mangiare è sempre meno, ma io dico sempre: quanto tempo ci metti a scegliere un paio di scarpe, pettinarti o truccarti? Quanto per scegliere il tuo pasto? Mangiare è fondamentale: bisogna tornare all’idea che ogni pasto è un’occasione per farsi del bene.

 

Francesca Negri

 

 

BOX

MENU DI MISS ITALIA

Colazione

Pane casereccio tostato con marmellata, miele e un filo di burro oppure pane e prosciutto crudo o pane e olio

Un kiwi maturo

Una bevanda calda

NB. Una colazione ricca è necessaria se si vuole dare una sferzata al metabolismo, fin dal mattino

 

Pranzo

Pesce al sale

Patate fritte

Insalata mista

Una fetta di ananas

 

 

Cena

Spaghetti al pesto o riso allo zafferano

Zucchine (sedative) trifolate e saltate in padella con aglio e olio (il potassio viene conservato meglio che se fossero lesse)

Straccetti di tacchino (la carne bianca non affatica i reni)

Una fetta d anguria

Una pallina di gelato alla frutta o crema o un trancio di torta ai frutti di bosco

 

In tutti i pasti: olio extravergine di oliva. Crudo conserva intatto il potere antiossidante, cotto stimola in modo proprio le funzioni del fegato e favorisce quelle intestinali. Bene anche il burro, abolita la margarina vegetale.

 

L’alimentazione funzionale: impiega gli alimenti per migliorare le capacità metaboliche dell’organismo sfruttando tutti i meccanismi metabolici e ormonali a disposizione del corpo per mantenersi vitale, non accumulare massa grassa e rimodellare la forma fisica.

 

BOX

I segreti per una

silhouette da Miss

1) Mangia vario!

Cambia ogni giorno il menù e

cerca di mangiare di tutto un

po’, così il tuo organismo

avrà sempre quello che gli

serve.

2) A colazione accendi

l’organismo

Un pasto ricco per dare una

sferzata al metabolismo, a

base di alimenti vivi, com-

pleti e poco lavorati: latte

fresco intero, pane case-

reccio appena tostato, bur-

ro, marmellata, miele e

frutta per chi preferisce il

dolce, oppure prosciutto

crudo, uova, pane e olio o

una semplice ma gustosa

panzanella.

3) Le proteine a pranzo

stimolano il metabolismo

Carne e pesce sono alimenti

complessi, di sera sono più diffi-

cili da digerire e di certo non con-

ciliano il sonno come un piatto di

pasta o riso. A cena, allora, me-

glio un primo piatto per non solle-

citare eccessivamente il sistema

nervoso, messo a dura prova dallo

stress della giornata.

4) Le bevande gassate non fanno

bene

L’anidride carbonica contenuta nella

maggior parte dei soft drink è uno scarto

del nostro metabolismo, come feci e uri-

ne. Non ha senso eliminarla con il re-

spiro e riassumerla con i liquidi;

inoltre le bibite contengono zuc-

cheri, coloranti, sostanze dan-

nose per le ossa e talvolta

cancerogene.

5) Resistiamo ai lieviti

Dolci e prodotti da forno, in

quanto lievitati, rallentano il

lavoro del fegato. Anche il

pane, meglio appena tosta-

to per evitare il gonfiore che

provoca la mollica.

6) Slow food piuttosto

che fast food

I surgelati industriali e i pro-

dotti confezionati sono lavorati

con sostanze che devono ga-

rantire la sterilità batterica per

mantenere a lungo sapore, co-

lore, consistenza, alterando la

genuinità del prodotto fresco. Ri-

corda di controllare le etichette: stai

alla larga dai grassi idrogenati di

margarine e oli vegetali e preferisci

sempre l’olio extravergine di oliva.

7) Evitiamo i fuori pasto

Chi mangiucchia in continuazione

ingrassa più facilmente. Fai un pa-

sto completo, non saltare i pasti.

 

 

 

0

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: